Palestra a rilento «Colpa del governo»

BREDA.«Se i lavori della palestra sono fermi è colpa del patto di stabilità voluto da questo governo. In cassa abbiamo un milione di euro e non possiamo spenderli per non sforarlo». E' il duro sfogo dell'assessore allo sport di Breda di Piave, Cristiano Mosole, espresso durante la presentazione delle associazioni che partecipano alla settima «Festa dello Sport».
Tornano a far discutere i lavori della nuova palestra, che sta sorgendo nell'area tra la scuola elementare Puccini, la scuola media Galilei e gli impianti sportivi comunali.
A cinque anni dall'apertura del cantiere la palestra non è ancora stata completata, anzi è un cantiere abbandonato e pieno di erbacce alte.
«Non ci piace iniziare opere per non finirle - ha proseguito Mosole - ed è una cosa assurda avere i soldi a disposizione e non poterli spendere e dare lavoro alle imprese».
Sul ritardo dei lavori, i genitori degli alunni della elementare Puccini hanno raccolto 587 firme e consegnate al sindaco Raffaella Da Ros. «I lavori del palazzetto dello sport sono bloccati bloccatida tempo -denunciano i genitori- cosi i nostri figli sono costretti a fare educazione motoria in atrio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Galliano Pillon