Camera di commercio, trasloco contestato

Trasloco della Camera di commercio all'ex Appiani di Fondazione Cassamarca, Un'Altra Treviso attacca: «In mezzo ci sono troppi interessi».
Perché? «Perché la Camera di commercio ha un proprio rappresentante nel consiglio d'indirizzo e programmazione di Fondazione Cassamarca, che fa parte anche del consiglio della Camera di commercio stessa in rappresentanza di quella associazione degli artigiani la cui sede è già stata trasferita all'ex Appiani. Il presidente della Camera di commercio è poi espressione di Unindustria, che venerdi ha inaugurato la nuova sede all'ex Appiani. Non basta: tra i revisori dei conti della Camera di commercio siede l'assessore al Bilancio del capoluogo Zugno, capoluogo che è parte del cosiddetto risiko immobiliare di cui è protagonista la fondazione. Del consiglio della Camera fa parte anche il presidente del consiglio comunale Salvadori, espressione della maggioranza che governa la città. E il segretario dell'associzione di artigiani che si è trasferita all'ex Appiani è anche vicepresidente del consiglio di attuazione e programmazione di Fondazione Cassamarca. Insomma, un groviglio di incarichi...».