Vazzolese, la favola di Tessariol A 47 anni è l'anima della squadra

VAZZOLA.C'è anche l'incredibile storia dell'ex professionista Antonio Tessariol, 47 anni a dicembre, dietro alla magica cavalcata della Vazzolese promossa in Prima categoria con la bellezza di 6 giornate d'anticipo. Una supremazia incontrastata nel girone «R» di Seconda, certificata da un mostruoso bottino fatto sin qui di 23 vittorie e 2 sole sconfitte (la seconda peraltro a salto di categoria già acquisito). «E' stata una stagione stupenda: pensavamo a un campionato di vertice, magari a essere competitivi per i playoff, ma certo non di dominarlo - commenta il direttore sportivo Bruno Borin - abbiamo puntato sul blocco del Santa Lucia, 7 giocatori in totale, retrocesso l'anno scorso dalla Prima categoria, tra cui lo stesso Tessariol». Ma chi è Tessariol? Per chi non lo sapesse, fu svezzato, all'epoca di Lele Pasa, nel settore giovanile del Montebelluna. E' stato calciatore professionista, vestendo in serie B la maglia del Piacenza. Morale della favola: alla soglia dei 47 anni, continua a sgambettare e fare la sua sporca figura. «E' un esempio per tutti - prosegue Borin - gioca di ruolo davanti alla difesa, è «l'uomo con la palla al guinzaglio». Lo chiamo cosi: con lui la palla non dista mai più di 50 centimetri. Nonostante l'età, non ha mai accusato acciacchi ed è stato impiegato per tutta la stagione. Mi ha confessato, tuttavia, che sarà dura vederlo in campo anche il prossimo anno: ad oggi resta un'incognita, ma la voglia di giocare ci sarebbe e io un po' ci spero ancora. Per noi è una pedina insostituibile, un punto di riferimento per i più giovani: bisogna solo essergli riconoscenti per il bagaglio d'esperienza trasmesso alla squadra». Il presidente è Roberto Castagner, in sella dal 2008, mentre l'allenatore, Enzo Garbin, proviene dalla Gorghense. Guardando al nuovo campionato che verrà: «Non partiremo con particolari ambizioni, se non il mantenimento della categoria - conclude - e se poi, si dovesse fare anche meglio, tanto di guadagnato». La promozione sarà celebrata domenica 8 maggio, per l'ultima casalinga con il Vittsangiacomo: mega porchetta per tutti. (m.t.)