ARCHIVIO la tribuna di Treviso dal 2003

Villa Stefanel diventa il set di un kolossal

 ODERZO. Padre Marco d’Aviano tornerà a vivere nella sua Oderzo, proprio nel convento dei cappuccini (situato all’interno di villa Wiel, ora Stefanel), dove visse come padre guardiano dal 1674 al 1675 e vi ritornò in convalescenza, prima di ripartire per l’Austria. Egli ricoprì un ruolo determinante con il casato regnante degli Asburgo, durante la guerra contro l’esercito ottomano, respinto definitivamente nella notte tra l’11 ed il 12 settembre 1683. «September eleven 1683» è il titolo del kolossal da oltre 12 milioni di euro, che sarà girato anche ad Oderzo dal regista Renzo Martinelli, incentrato sulla vita del cappuccino padre Marco D’Aviano, beatificato nel 2003. Alcune scene saranno girate proprio all’interno di villa Wiel. Tiziana Prevedello Stefanel si è infatti dichiarata entusiasta per l’iniziativa, durante l’incontro tenutosi a Vallonto: «Ben venga questo film sia per Oderzo, Conegliano e l’Europa - è stata la riflessione di Tiziana Stefanel -. L’esempio e la vita di padre Marco possono insegnarci molto. Sono ben felice di questo film: metteremo con molto piacere a disposizione la chiesetta dell’antico convento e se viene offerta l’occasione di promuovere altre iniziative sono ben felice. Ad Oderzo ci sono anche altri palazzi dove si possono girare delle scene e tenere incontri di apprendimento sulla figura di padre Marco e sul suo messaggio». Lo stesso regista del kolossal, Martinelli, ha fatto sapere che sarà ben lieto di girare le scene a villa Wiel. Al dibattito organizzato da Diotisalvi Perin presidente degli imprenditori veneti «Piave 2000» sono intervenute altre autorità tra cui il sindaco Antonio D’Amico, don Brunone De Toffol coordinatore del «comitato Padre Marco», don Stefano Taffarel parroco di Vallonto e Fontanelle. Si è parlato anche della costruzione del monumento a padre Marco - la cui effigie sarà realizzata dallo scultore Pietro Stefan - e inaugurato a Vallonto domenica 12 settembre, grazie all’iniziativa di Francesco Andreetta e di Gianni Cescon. Walter Azzaretti, direttore del comitato «Padre Marco», ha fatto sapere che sono in corso iniziative per giungere al processo di canonizzazione di Padre Marco: in ogni occasione, trasmette in Vaticano le testimonianze legate alla figura del beato. Per il kolossal, le riprese saranno fatte tra Veneto, Friuli, Austria e Polonia; sarà sceneggiato dallo stesso Martinelli e dallo storico e conduttore di programmi televisivi Valerio Massimo Manfredi. Il kolossal sarà coprodotto da Rai fiction, Rai cinema, con ministero e televisione polacca. Il primo ciak sarà dato ad agosto 2011 ed il film uscirà nelle sale cinematografiche nei primi mesi del 2013. Sarà girato completamente in inglese per essere distribuito in tutto il mondo: nel cast internazionale di attori ci saranno Adrien Brody (premio Oscar per il film «Il pianista»), Gianmarco Tognazzi, Alessandro Gassman, Robert Downey jr, Tamer Hassan, Ghassan Massoud, F. Murray Abraham, Harvey Keitel, Paul Sorvino.
- (Alessandro Viezzer)

  • Articoli correlati - GIORNALI LOCALI GRUPPO ESPRESSO
  • la Gazzetta di Modena

    Senza Titolo

  • la Gazzetta di Modena

    Senza Titolo

  • la Gazzetta di Modena

    Senza Titolo

  • + Altri risultati