Eredità del barone, figlia e moglie di Bianchi ammesse parti civili

MOGLIANO.La figlia e la moglie di Federico Carlo Bianchi sono state ammesse, come parti civili, al processo contro Luciano Tonietti e Egide Tonetto, accusati entrambi di calunnia, rispettivamente amico e governante del barone Pier Adolfo de Kunkler. A denunciarli era stato proprio il barone Bianchi, erede del barone defunto. E' una vicenda complessa, tanto che la figlia del barone Bianchi ha dovuto terminare le scuole all'estero, che parte da molto lontano e che riguarda la morte del barone de Kunkler e la sua eredità. A dare il via alle indagini era stato il memoriale dell'ex governante. Era poi stata archiviata l'inchiesta sulla morte del barone Pier Adolfo de Kunkler. Il nobile, proprietario di un'omonima villa moglianese, mori nel 2000 lasciando un testamento in cui nominava erede universale un lontano cugino ora residente nella villa.