Marca, dopo Jonas un altro campione

Con il cambio di denominazione, da Marca Trevigiana a Marca Futsal, e con un novo logo, inizia la stagione del calcio a cinque di serie A1 per la formazione castellana del presidente Massimo Bello. Ma non è solo il nome a cambiare, potrebbe anche cambiare il nome del main sponsor che passerebbe ad una azienda di Vedelago, la Master idee in cucina con il suo marchio IO.
Lo stesso marchio che nella passata stagione era sulla parte posteriore dei pantaloncini, passerebbe nella parte anteriore della maglia, in bellavista, con un cuore ed all'interno la scritta Io.
Dettagli, forse, ma che permetterebbero alla formazione, con l'arrivo di altri sponsor come la Nike ed una azienda del Dubai, di proseguire nella corsa verso lo scudetto programmato.
Assente il presidente per le consuete ferie estive, stanno proseguendo la loro frenetica attività il vice presidente Paolo Foscarin ed il direttore sportivo Massimo Sartori che, dopo la conclusione portata favorevolmente a termine con l'arrivo di Pinto Junior Jonas arrivato dall'Arzignano, stanno cercando di piazzare alcuni elementi che risulterebbero in soprannumero per il prossimo campionato.
Pertanto i due dirigenti stanno concludendo le trattative per la cessione di alcuni pezzi dichiarati cedibili dalla società, ancorché dal suo allenatore Ramiro Lopez Diaz, del laterale paraguaiano «pitu» Benitez, del laterale italo argentino Nicolas Gulizia, e del brasiliano De Nichile, arrivato a campionato già iniziato ma che non era riuscito a crearsi un feeling con il mister e la dirigenza.
A fronte delle partenze, il vice presidente Paolo Foscarin, dice: «In questo momento non abbiamo necessità di correre per rinforzare la rosa, dobbiamo pensare a sfoltire il nutrito parco giocatori che abbiamo a disposizione. Fatto questo, ritenendoci comunque già competitivi, provvederemo probabilmente ad un innesto di grande valore, ma con calma poiché il notevole gruppo di giocatori deriva anche dal fatto che abbiano rilevato l'intera rosa dello Sporting Marca, dopo la loro fusione con la Luparense Calcio a 11».
Il direttore sportivo Massimo Sartori prosegue: «Siamo in grande concentrazione per trovare degna sistemazione a tutti i calciatori rientranti dai prestiti e dei giocatori Sporting, ma siamo già molto ben avviati. Abbiamo ceduto a titolo definitivo Alemao, rientrante dal prestito con il Giovinazzo, alla matricola terribile Cogianco, ed in queste ore si stanno definendo le situazioni del portiere italo brasiliano Guilherme Kuromoto, del difensore ed ex capitano Rodrigo Luiz Contecote, e gli ex Sporting Marca Bebetinho, De Moura ed Antonelli con altri giovani del vivaio».
(Marino Silvestri)