Ecco Piazza Meschio quartiere del futuro

VITTORIO VENETO.Il restiling di Piazza Meschio è cominciato. Il progetto, recentemente premiato dalla Regione Veneto come il primo realizzato secondo le nuove tecnologie ecologiste, riguarda il primo centro abitativo costruito seguendo le più moderne tecnologie impiegate in campo edilizio. L'azienda che si occupa dei lavori, la bellunese Edilvi spa, leader nel settore. I lavori avranno il fine di rendere l'area il terzo centro storico della cittadina, dopo Ceneda e Serravalle. Oltre alla ristrutturazione degli edifici storici il progetto prevede la realizzazione di un centro abitativo realizzato - assicura l'azienda - nel totale rispetto dell'ambiente. Le residenze saranno dotate di tecnologia geotermica e fotovoltaica che, insieme ad una gestione specializzata dell'energia, consente un risparmio energetico stimato intorno al 70%. Entrambe queste tecnologie innovative saranno gestite da una società specializzata che consentirà agli utenti di usufruire di un risparmio fiscale dell' Iva su combustibile. Le abitazioni saranno dotate, inoltre, un innovativo impianto di riscaldamento/condizionamento mediante pannelli radianti che fungono anche da impianto deumidificante, e diminuiscono la circolazione delle polveri, a loro volta eliminate mediante un impianto di aspirazione centralizzato che riduce la presenza di allergeni. La residenza sarà dotata persino di un sistema per il recupero dell'acqua piovana, destinata alle irrigazioni delle zone verdi comuni. I residenti avranno la possibilità di usufruire di importanti agevolazioni fiscali, oltre alla possibilità di accendere un mutuo senza spese notarili e periziali. Saranno a loro riservati, inoltre, i servizi di baby sitter, stireria- lavanderia e sartoria, palestra e si pensa anche di inserire servizi alla persona per gli anziani quali consegna a domicilio dei farmaci e aiuto trasporto in altre sedi. Il progetto della residenza «Borgo Meschio» si propone anche di migliorare l'aspetto della attigua Piazza. Oltre agli scavi che verranno effettuati a 7 metri di profondità per dare spazio a due piani di parcheggi pubblici, lo spazio soprastante verrà rinnovato per ospitare varie attività commerciali e pubbliche. Sarà rimossa anche la piazzola dei rifiuti, per dar spazio ad un nuovo dispositivo a scomparsa che prevede lo smistamento sotterraneo dei rifiuti in appositi contenitori. Il dispositivo ha una capacità pensata per 350 abitanti, i quali potranno usufruirne mediante tessera magnetica.
(Raffaella Cannatelli)