Damiano d'oro ai mondiali di thai boxe

ASOLO.Villa d'Asolo festeggia Damiano Pellizzon, 21 anni, campione mondiale di Thai Boxe. Il 26 ottobre a Marina di Carrara ha conquistato il titolo che incrementa la rosa di successi della «Polisportiva Team Canova». A salire con Damiano sul podio, per le diverse categorie di peso, i campioni mondiali Alberto Siracusa, 21 anni, di San Zenone; Gianfranco Mangia, 36, di Romano d'Ezzelino e Daiana Dussin, 28, di Casella. Jonathan Bucci, 21, di Preganziol, si è portato a casa l'argento e Kristian Kastrati, 24, di Treviso, ha ottenuto la medaglia di bronzo. Viva soddisfazione esprime il maestro Tiziano Canova. «Il campionato mondiale in Toscana - spiega - ha coinvolto ottanta nazioni e cinquemila atleti. Il nostro Team, con sei atleti, ha portato a casa sei medaglie dal Wtka (World traditional karate association)». L'antica tecnica di lotta tailandese, utilizzata dai guerrieri, è oggi uno sport di combattimento, un'arte marziale che impiega per colpire mani, tibie, piedi, gomiti e ginocchia. Damiano ha iniziato sei anni fa ad allenarsi, nella palestra «Asolo Fitness Club» di Casella. Diplomatosi all'Ipsia di Castelfranco, lavora da tre anni in qualità di elettricista, meccanico e montatore. Il giorno della sfida conclusiva, aveva 38 di febbre, ma nonostante ciò è riuscito a mandare al tappeto l'avversario che, anzi, dai duri colpi, ricevuti è finito in infermeria. Pellizzon ha dedicato la vincita agli amici e al suo team. Non facevano ben sperare neppure le condizioni fisiche del campione mondiale Alberto Siracusa, che pochi giorni prima della gara finale si è procurato sul lavoro una frattura al gomito sinistro. Prima di farsi ingessare lo stoico eroe ha ben pensato di combattere e anche per lui è arrivato l'oro. Alle semifinali Daiana ha incassato una potente ginocchiata dall'atleta sudafricana Zelda Malherbe, che le ha procurato una frattura al setto nasale. Ma il giorno dopo la giovane era di nuovo sul ring a vincere la finale. Il Team Canova, grazie all'impegno degli atleti, dei maestri e dell'official coach Andrea Bonato, ha collezionato in questo mondiale i risultati migliori.
(Angela Dussin)