Omaggio a Benè pittore dei regnanti

Il 9 luglio 2002 moriva, a 81 anni, Cesare Benedetti, pittore trevigiano noto con il nome di Benè, sovrastato dai tre caratteristici puntini, arrivato alla pittura dopo una notevole carriera giovanile di calciatore. A cinque anni dalla scomparsa, la figlia Gloria Benedetti Boschi gli dedica una retrospettiva in quella che fu la casa natia di Benè (in foto un autoritratto giovanile), al 93 di Borgo Cavour a Treviso. La mostra verrà inaugurata oggi alle 18, alla presenza della figlia, della moglie Luciana (la poetessa Nera), nonchè del Console onorario del Principato di Monaco a Venezia, Anna Licia Balzan, in rappresentanza di Alberto di Monaco. Il piccolo principato ha un legame speciale con Benè, che nel 1960 dipinse i suoi primi ritratti di Ranieri e Grace di Monaco, e anche di Caroline bambina. Cesare Benedetti era noto come ritrattista di regnanti e grandi personaggi del Novecento. Tra questi Papa Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. La mostra nella casa di Borgo Cavour (che Gloria Benedetti Boschi vuole trasformare in piccolo centro culturale) presenta le opere di Benè dal 1948 al 1998, tra cui i famosi ritratti esposti in una sala riservata. Tra questi, oltre a quelli dei principi di Monaco, c'è anche quello di Papa Wojtyla che fu donato dall'autore all'inizio degli anni '80 alla Curia vescovile di Treviso, che lo ha ora rimesso a disposizione per la retrospettiva. In un'altra sala sono esposti i famosi cavalli di Benè (il cui padre era maniscalco) dipinti a olio e carboncino. La mostra, aperta fino al 30 aprile, ha finalità benefiche: chi lascerà un piccolo contributo per l'Advar riceverà un piccolo omaggio. Orario: da martedi a domenica 16.30-19.30, lunedi chiuso. Informazioni: 348.7542505.