Schianto a Treporti, giovane gravissima

Grave incidente giovedi sera a Treporti: Francesca Picciolini, 29enne residente a Selvana, è in coma farmacologico all'ospedale Umberto I di Mestre dopo un pauroso incidente con la sua Ford Ka. Al suo fianco c'era il fidanzato, il calciatore del San Donà Stefano Polesel. L'uscita di strada dell'auto, condotta dalla giovane che accompagnava il fidanzato alla motonave, è avvenuta attorno alla mezzanotte lungo via della Ricevitoria a Treporti a pochi metri dall'accesso al piazzale con i parcheggi del terminal Actv. Francesca Picciolini è responsabile del settore fornitori della ditta Codex di Dosson.
Non si conoscono ancora i motivi della perdita di controllo dell'automobile che non avrebbe coinvolto altri mezzi nell'impatto. Da quello che risulta da una prima ricostruzione della dinamica del sinistro, l'automobile ha prima centrato l'ultimo albero della via comunale prima del terminal sul lato destro della carreggiata e poi è carambolata rovinosamente dentro una canaletta che si trova sul lato della strada. Un impatto rovinoso, l'auto ha subito danni evidenti.
Ad avere la peggio nel violento impatto la fidanzata Francesca Picciolini, responsabile del settore fornitori della ditta Codex di Dosson, presentata a Polesel dal compagno di squadra Alessandro Gerlin, e che ora si trova ricoverata in prognosi riservata al reparto di rianimazione dell'Umberto I di Mestre. La ragazza è tenuta in coma farmacologico dopo aver riportato nell'incidente un polmone schiacciato e la frattura di un piede e di un femore. Nella serata di ieri la 29enne, che risulta risiedere a Selvana, è stata sottoposta ad una Tac per verificare nuovamente le condizioni di salute anche se i medici per esprimersi con maggiore precisione sulle sue condizioni attendono almeno 36 ore di osservazione dopo il sinistro monitorandola continuamente. Il calciatore Stefano Polesel, ora ricoverato al reparto di ortopedia dell'ospedale di Jesolo, ha riportato invece una lussazione alla spalla e la frattura di alcune costole, ferite che gli impediranno di giocare domani tra le file del San Donà. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti per primi i sanitari della Croce Verde di Cà Savio con l'autoambulanza.
«Appena arrivati abbiamo estratto la ragazza dall'auto notando subito che era priva di sensi - ricordano i sanitari - l'abbiamo quindi affidata in poco tempo all'idroambulanza del 118 che l'ha trasportata d'urgenza a Mestre. Il fidanzato era cosciente e camminava con le proprie gambe e lo abbiamo trasportato con l'ambulanza fino a Jesolo». I vigili del fuoco sono giunti sul luogo dell'incidente poco dopo e hanno provveduto a ripulire la carreggiata mentre i carabinieri di Jesolo eseguivano i rilievi del pauroso incidente.
Francesca Picciolini, ora responsabile alla Codex di Dosson, ditta che realizza protezioni e pavimenti antitrauma, utilizzabili sia in casa che nelle attrezzature sportive, è un volto noto delle notti trevigiane: per diversi anni ha lavorato al Sottosopra, il noto locale in Fonderia (ora completamente ristrutturato dai gestori dell'Amami) di cui era socio il padre Mauro.