Imprenditore edile stroncato a 42 anni, l'addio in Duomo

ODERZO.Sono stati officiati ieri in duomo ad Oderzo, i funerali di Angelo Pertile, l'imprenditore edile deceduto all'età di 42 anni. Angelo Pertile è mancato domenica all'ospedale di Oderzo. Originario di Legnano, nel Veronese, si era trasferito ad Oderzo parecchi anni fa e viveva con la famiglia in via Corazzin. Egli stesso aveva fondato l'omonima ditta edile «Pertile», che si era specializzata nella costruzione di fabbricati e case nel territorio. Proprio per la sua attività, l'imprenditore si era conquistato una vasta notorietà. Purtroppo alcuni mesi fa, l'imprenditore edile era stato colpito da un male incurabile, che si è dimostrato inverosimilmente alquanto veloce ed aggressivo e non gli ha lasciato nessuno scampo, nonostante le numerose cure, a cui si era prontamente sottoposto. «Mio marito, nell'ambito familiare, è stato una persona deliziosa e meravigliosa, senza alcuna retorica - lo ricorda cosi la moglie Anna Maria Rebecca -. Nella nostra unione, mi ha sempre rispettata ed amata. Non dico questo perché ora è morto, ma perché lui si è dimostrato veramente cosi nei confronti della sua famiglia. Dirgli grazie in questo momento sarebbe poco». Nonostante il periodo delle ferie ferragostane, alle esequie funebri di ieri hanno partecipato i dipendenti della ditta, i conoscenti, gli amici e i parenti provenienti anche dal Veronese. La salma di Angelo Pertile è stata quindi tumulata nel cimitero di Oderzo. (a.v.)