«Molto legato alla sua famiglia»



VEDELAGO.«Alessandro era una bravissimo giovane, rispettoso, amante della compagnia, ma soprattutto molto attaccato alla sua famiglia» racconta lo zio Piergiorgio De Liberali. «Insieme al fratello stavano lavorando nella casa di nuova costruzione di Filippo, lavoravano sempre insieme era esemplare l'attaccamento che avevano l'uno per l'altro». Anche per questo motivo Alessandro aveva rinunciato alle vacanze lontano da casa, preferendo svagarsi con qualche giro da concludersi in giornata. Ieri mattina i familiari hanno eseguito il riconoscimento della salma. (d.g.)