Lomu torna in campo e il suo Cardiff batte il Calvisano

CALVISANO.L'applauso caldo e intenso del pubblico di Calvisano ha segnato il ritorno di Lomu al rugby giocato dopo il trapianto di rene. Trent'anni, 63 presenze con gli All Blacks, l'ala neozelandese lo scorso giugno aveva già disputato la sua prima partita dieci mesi dopo il trapianto, ma stavolta con la maglia del Cardiff si è riaffacciato sulla scena internazionale restando in campo per 60 minuti.
Il terzo turno della Heineken Cup ha visto sabato il Ghial Calvisano riuscire nell'impresa di costringere il Cardiff al più assoluto equilibrio fino al 52', quando il punteggio era di 10-13 per i gallesi. Poi l'arbitro scozzese Chenglang pescava Castrogiovanni in un fallo in rack e lo espelleva. Nei successivi sette minuti, con un uomo in meno nel pack, era agevole per l'ottimo mediano gallese Phillips trovare due volte un varco al lato della mischia e portare alle due segnature che hanno creato il divario conclusivo: 25-10 per i «Blues».
Quanto a Lomu, nei 60' giocati ha dimostrato di aver recuperato la forma di un tempo e di saper ancora esprimere un rugby di alto livello.