Funerali Cerciello, monsignor Marcianò: "Politici imparino da Mario il senso dello Stato"

video "Se voi responsabili della cosa pubblica e tutti noi sapremo meglio imparare, da uomini come Mario, il senso dello Stato e del bene comune, l'Italia risorgerà". È l'esortazione finale che risuona nelle parole di monsignor Santo Marcianò arcivescovo ordinario militare per l'Italia, nell'omelia durante la celebrazione nella chiesa di Somma Vesuviana, in provincia di Napoli, dei funerali di Mario Cerciello Rega, il giovane carabiniere ucciso a Roma.

Carabiniere ucciso a Roma, il Capitano Ultimo: ''Niente propaganda sulla morte del vicebrigadiere''

video "Niente propaganda sulla morte del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega", dice a Radio Capital Capitano Ultimo, il Carabiniere che arrestò Totò Riina nel 1993. "L’attenzione verso le forze di Sicurezza deve esserci sempre, spiega Ultimo, non solo quando uno di loro muore, altrimenti diventa propaganda." In merito alla nazionalità dei presunti responsabili dell’omicidio del vicebrigadiere, Ultimo spiega: "Siamo vicini alla Famiglia di Mario e alla sua sposa e disprezziamo tutti quelli che speculano su questa morte e cercano di creare altro odio sull’odio e sul dolore” “La Sicurezza è di tutti, continua Ultimo, e non l’interesse dello Stato a garantire la disciplina all’interno di confini o recinti”. Salvini vuole le pistole elettriche, sono utili? "Mi auguro che questo tema non venga imposto. Dobbiamo affrontare la questione Sicurezza in maniera costruttiva, trasparente e senza interessi di parte". Ma il Teaser? "In alcuni casi sicuramente è utile".

Carabiniere ucciso a Roma, la e volanti della polizia a sirene spiegate in segno di solidarietà

video "Volanti della Polizia di stato, a sirene spiegate, davanti al Comando Generale dei carabinieri, per solidarietà all'Arma che oggi perde uno dei suoi uomini. Un momento pieno di emozione che ci sembra giusto condividere, ringraziando i colleghi della Polizia per il gesto". L'account Twitter dell'Arma dei carabinieri ha condiviso il gesto di solidarietà di un gruppo di poliziotti dopo l'uccisione di Mario Cerciello Rega, carabiniere accoltellato per otto volte mentre stava facendo un controllo su due persone che trasportavano una borsa sospetta nel quartiere Prati, a Roma. Twitter / Arma dei carabinieri

Carabiniere ucciso a Roma, il comandante Gargaro ricostruisce l'omicidio

video La scelta "giusta" di mandare i due militari in borghese, perché i due carabinieri non hanno sparato, e come è nato l'equivoco dei magrebini. In una lunga conferenza stampa sulle indagini per la morte di Mario Cerciello Rega, il comandante provinciale dei carabinieri di Roma Francesco Gargaro ripercorre i fatti che hanno preceduto e seguito l'uccisione del vicebrigadiere avvenuta a Roma, nel quartiere Prati, la notte tra il 25 e il 26 luglio. L'intervento integralevideo/h24

Carabiniere ucciso, il sindaco di Somma: "Intitoleremo strada a Mario e daremo supporto alla famiglia"

video "Era un mio intimo amico, era una persona eccezionale e sempre disponibile con tutti. Somma Vesuviana perde un pezzo importante, un eroe dei nostri tempi che ha donato la sua vita per lo Stato". Così Salvatore di Sarno, sindaco do Somma Vesuviana, paese d'origine di Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso a Roma a coltellate. "Qualcosa è andato storto altrimenti Mario non sarebbe morto. Gli dedicheremo una strada perché deve essere ricordato in maniera degna. Abbiamo dei nostri consulenti che daranno supporto alla famiglia. L'Arma ha aperto un conto corrente per supportare la famiglia e noi daremo sicuramente un contributo come ente". Video: Ansa

Carabiniere ucciso a Roma, uno dei sospettati viene portato via dalla caserma in via Selci

video Due giovani statunitensi sono stati fermati nella tarda mattinata del 26 luglio in seguito all'omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega, avvenuto nella notte tra ol 25 e il 26 luglio nei pressi di Piazza Cavour a Roma. Uno di loro ha confessato in tarda serata l'assassinio. Secondo quanto ricostruito, i giovani avrebbero rubato la borsa a un pusher dopo che quest'ultimo aveva venduto loro aspirina al posto di cocaina. Lo spacciatore, dopo aver chiamato i due ragazzi sul proprio cellulare, rimasto nella borsa, e aver concordato con loro di offrire droga in cambio della restituzione del maltolto, avrebbe denunciato il furto ai militari dell'Arma i quali si sarebbero presentati, in borghese, al suo posto, per cogliere i due sul fatto. Uno dei due americani, una volta capita la trappola, si sarebbe avventato su Cerciello Rega ferendolo a morte con otto coltellate. Dopo l'interrogatorio dei due sospettati, uno dei ragazzi ha lasciato nelle prime ore dell'alba la caserma in via Selci a bordo di una volante. Video di Riccardo De Luca / Agf

Carabiniere ucciso a Roma, "Che la terra ti sia lieve": messaggi e mazzi di fiori sul luogo dell'omicidio

video Decine di persone hanno iniziato a lasciare mazzi di fiori e messaggi di addio in via Pietro Cossa a Roma, dove è stato ucciso il carabiniere Mario Cerciello Rega nella notte tra giovedì e venerdì. "Trovo giusto onorare come si può la memoria di una persona che stava facendo solo il suo dovere", ha detto una donna. "Non è giusto assolutamente - ha aggiunto un'altra signora visibilmente commossa -. Ormai ci sono rimasti solo i Carabinieri, solo i Carabinieri". Video di Francesco Giovannetti