2 giugno, Conte: "Festeggerò anche l'anno prossimo? Festa della Repubblica si festeggia sempre"

video Al termine delle celebrazioni all'Altare della patria il premier Giuseppe Conte si è concesso, come di consueto, un caffè insieme al presidente della Camera Roberto Fico in un bar vicino piazza Venezia. "Festeggerà da premier anche l'anno prossimo il 2 giugno?", gli viene chiesto dai cronisti. "La festa della Repubblica si festeggia sempre", risponde Conte che aggiunge: "Non chiedetemi niente del governo, oggi si festeggia solo la festa della Repubblica, la festa dell'unità nazionale". Ma di unità, tra gli spalti della parata, ce n'è ben poca. È infatti tornato il gelo tra i due vicepremier Salvini e Di Maio dopo il saluto scambiatosi ieri al ricevimento al Quirinale. Se Salvini si è chiuso in una discussione con Moavero, Tria e Costa, Di Maio si è posizionato dal lato opposto con il ministro Bonafede. A salutarlo solo Giancarlo Giorgetti. Alla fine della parata i due però non hanno potuto sottrarsi alle domande dei giornalisti che chiedevano del gelo tra loro, smentendo entrambi le voci di dissidi. Di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno

Festa della Repubblica, dagli applausi per i vigili del fuoco fino ai bersaglieri: la sfilata in due minuti

video Con l'arrivo del presidente Sergio Mattarella scortato dai corazzieri a cavallo prende il via la parata per la 73esima festa della Repubblica italiana. Davanti al capo dello Stato, al premier Giuseppe Conte, ai presidenti di Senato e Camera Elisabetta Casellati e Roberto Fico, al ministro della Difesa Elisabetta Trenta, al ministro dell'Interno Matteo Salvini e altri rappresentati di Governi e istituzioni, hanno sfilato 3.975 persone in rappresentanza di tutti i corpi dello Stato. L'inclusione è il tema scelto quest'anno per la parata. In testa alla parata 300 sindaci con la fascia tricolore.di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno