Mafia, sequestrato a Malta il tesoro Bacchi, il "re" delle scommesse on line

video Era il manager prediletto delle cosche per le scommesse on line. Benedetto Bacchi è in carcere dal primo febbraio scorso, adesso la sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo ha disposto il sequestro del suo impero, su proposta del questore Renato Cortese. Il cuore del patrimonio, che vale 6 milioni di euro, è in quattro società che hanno sede a Malta, da lì passavano i soldi dei 700 punti scommesse con il marchio B2875 gestiti per conto delle cosche. I poliziotti della Divisione anticrimine hanno fatto scattare i sigilli anche per 11 immobili che si trovano fra Palermo, Partinico e Borgetto, per 3 veicoli, 6 rapporti finanziari, 4 società con sede a Partinico. Ma è sulle società maltesi che si appuntano le attenzioni degli investigatori. Un sequestro è scattato anche per il boss Francesco Nania, uno dei soci occulti di Bacchi. Aveva una società che opera nel settore alimentare, con sede a Ottaviano (Napoli). Una società che utilizzava per esportare prodotti siciliani negli Stati Uniti.Polizia di Stato

Milano, via Novara: fumogeni, bastoni e coltelli, le immagini degli scontri di Inter-Napoli

video I van e le auto dei tifosi napoletani che si fermano in mezzo alla strada, in via Novara, all'arrivo degli ultrà interisti. Gli ultrà partenopei scendono dalle auto e iniziano gli scontri. Violentissimi, come testimoniano queste immagini fino ad ora mai viste. Petardi, fumogeni, bastoni, coltelli. Quello organizzato dai tifosi nerazzurri è un vero e proprio agguato: i napoletani affrontano i "nemici", nonostante siano numericamente molto superiori. E' il 26 dicembre, durante gli scontri morirà un ultrà interista di Varese, Daniele BelardinelliImmagini polizia