De Laurentiis: "Hamsik vuole andare in Cina? Aspettiamo l'evolversi della trattativa"

video Aurelio De Laurentiis ha parlato della questione Hamsik all'Hotel Vesuvio, durante la presentazione del ritiro a Dimaro-Folgarida, in programma dal 6 al 26 luglio: "In passato ho detto no alle richieste di Milan, Inter e anche della Juventus perché è sempre piaciuto ad Allegri. In estate mi aveva già detto di voler andar via, solo che il mercato cinese si movimenta tra gennaio e febbraio. Vediamo come va la trattativa: come si dice pagare moneta, vedere cammello". Pasquale Tina

Scatta venerdì la rivoluzione del traffico alla Foce

video Dirottare i flussi di traffico che dal ponente genovese si muovono verso i quartieri del levante dalla direttrice classica, via Cadorna - corso Buenos Aires, a quella alternativa cheda via Diaz passa per via Carlo Barabino. ? questo, in pratica, il nodo principale della “rivoluzione” del traffico che i genovesi si troveranno ad affrontare da venerdì mattina per permettere lo spostamento del cantiere per i lavori dello scolmatore del torrente Bisagno. Per fare spazio alla nuova tranche di lavori, della durata di circa 100 giorni, sarà quindi necessario portare corso Buenos Aires dalle attuali 4 corsie, tre delle quali verso levante, di cui una destinata ai bus, a due sole carreggiate, una per direzione di marcia. “Mentre nella direzione ponente la situazione resterà immutata, da venerdì le tre corsie verso levante di Corso Buenos Aires non ci saranno più - spiega il Vice Sindaco, Stefano Balleari, che ha la delega alla mobilità - ma ci sarà unacorsia sola, mista tra mezzi pubblici e privati”. Da qui la necessità, per evitare ingorghi, di spostare il traffico con una viabilità alternativa. “Abbiamo già provveduto ad aprire alle auto che provengono dalla Questura l’accesso a via Barabino che noi consigliamo come la strada più velocemente percorribile per chi deve andare in direzione levante (videoservizio di Fabrizio Cerignale)

Napoli, visita a sorpresa della ministra negli ospedali Cardarelli: "Struttura ottima ma persone una sull'altra"

video La ministra della Salute, Giulia Grillo, è arrivata all'ospedale Cardarelli per un blitz con l'obiettivo di verificare le condizioni di struttura e pazienti. La ministra ha iniziato la sua visita a sorpresa dal pronto soccorso, parlando con i pazienti che sono sulle barelle. Grillo si è sincerata sulle condizioni dei malati e ha chiesto informazioni al primario del pronto soccorso Fiorella Paladino. Al termine della visita al Cardarelli e al Vecchio Pellegrini la ministra non si è recata all'ospedale San Giovanni Bosco, diversamente da quanto trapelato in un primo momento. Il nosocomio negli ultimi mesi è stato al centro delle polemiche per la presenza di formiche in diversi reparti: "Lì c'è una indagine in corso"."Si parla sempre male del Sud e di Napoli, invece il Cardarelli è una struttura ottima - ha detto la ministra - lo dobbiamo rivendicare. Personale bravissimo, struttura molto pulita. Sono stata all'umberto primo di roma e non c'è paragone, è molto più sporco. È Una struttura di qualità ma fa di più di quello che dovrebbe fare".Agenzia Dire