Sea Watch, Berlusconi: "Si fa credere che migranti siano il primo problema. Che differenza fa sbarco 47 persone?"

video "Si continua a far credere che l'immigrazione sia il primo problema del Paese. Io non vedo francamente che cosa possa svilupparsi con la discesa di 47 altri migranti che sono in una situazione precaria su una nave con un tempo non buono di fronte alla presenza di oltre 600mila clandestini che sono ancora in Italia che si dovevano inviare al loro Paese". Così il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi all'Aquila, rispondendo a una domanda sull'opportunità o meno di far scendere i migranti che si trovano sulla Sea Watch.di Camilla Romana Bruno

Sea Watch, sui balconi di Siracusa spuntano lenzuoli bianchi: "Fateli sbarcare"

video Appena hanno visto che la Sea Watch era a pochi metri dalle coste di Siracusa, Simone Giallongo e la moglie hanno pensato di appendere dei lenzuoli bianchi sui balconi del loro b&b nel centro della città siciliana. "Era opportuno manifestare il sentimento di accoglienza che Siracusa ha sempre avuto nei confronti di chi ha bisogno", dice l'albergatore. E' partito un tam tam sui social e su whatsapp e altri cittadini hanno appeso i lenzuoli. di Giorgio Ruta

Guida di Triestre tra caffè storici e antiche botteghe: è come fare un tuffo nel passato

video Di solito le città si scoprono visitando i monumenti più importanti, tuttavia c'è un altro modo per conoscere l'anima di un luogo: aprire le porte delle sue attività più antiche. A Trieste ce ne sono diverse, tra caffè letterari e botteghe, che hanno fatto e visto la storia della città. Entrarci è come fare un tuffo nel passato, perché spesso anche l'arredamento è rimasto lo stesso di un tempo. Caffè San Marco, Caffè Tommaseo, la bottegha Tosi, il negozio di calzature Rosini e tanti altri ancora: ecco una guida alternativa di Trieste (di Valentina Ruggiu)

Tre anni senza Giulio Regeni, a Bari le fiaccole sfidano la pioggia: "Vogliamo la verità"

video Il maltempo non ferma le fiaccole per chiedere 'Verità per Giulio Regeni'. A tre anni dalla morte del ricercatore, rapito, torturato e ucciso in Egitto, anche a Bari Amnesty international è scesa in piazza per chiedere risposte. I manifestanti hanno ascoltato un messaggio della famiglia Regeni e poi alle 19,41, ora dell'ultimo contatto di Giulio Regeni prima di sparire, hanno acceso le fiaccole in un collegamento ideale con altre 99 piazze italiane