Napoli, de Magistris: "Il porto di Napoli è aperto, non so più come spiegarlo a Toninelli"

video Napoli, al teatro Augusteo il sindaco incontra le persone che nelle scorse settimane risposero all'appello del Comune per offrire ospitalità ai migranti della Sea Watch. Il primo cittadino grida dal palco: "Una flotta napoletana per portare aiuti in mare" de Magistris grida dal palco del teatro Augusteo: "Toninelli il porto non è chiuso! E' aperto, è aperto. Non so come spiegarlo a Toninelli". E ancora: "Perchè attaccano Ong? perche senza di loro non ci sarebbero i testimoni dei crimini contro l'umanità. Qui dobbiamo avere una nave napoletana , dobbiamo fare un fondo con i 120mila euro di cui ci hanno già dato disponibilità. E dobbiamo avere un'imbarcazione con medici culturali ed equipaggio con tutti i crismi, parroco, pescatori, anche San gennaro. Questa è la gouache del terzo millennio" Conchita Sannino

A Genova 10mila in piazza contro il decreto Salvini: "Liberate i 47 migranti della Sea Watch"

video Oltre 10mila persone in rappresentanza di 170 tra sigle e associazioni, dagli scout agli antagonisti dei centri sociali. È la folla che ha sfilato oggi in corteo a Genova per dire no alle politiche del governo e al decreto Salvini, e chiedere "la liberazione dei 47 migranti che si trovano a bordo della Sea Watch". "Un laboratorio nazionale", lo definiscono gli organizzatori, utile a dare un'idea di "un'opposizione che chiede solidarietà e diritti - viene spiegato - e dimostra oggi di contare: oltre alla minoranza rumorosa attiva sui social c'è una maggioranza che non fomenta odio, con una cultura dell'accoglienza, che chiede di affrontare il fenomeno dell'immigrazione con serietà e umanità". di Matteo Macor

Napoli, de Magistris al teatro Augusteo: "Quando mi occupo di migranti, mi occupo di Napoli"

video Napoli, de Magistris incontra le persone che nelle scorse settimane risposero all'appello del Comune per offrire ospitalità ai migranti della Sea Watch. "Io mi sto occupando di Napoli - dice il sindaco - non di altro. Occuparsi di Napoli significa non dimentacare che ognuno di noi è la sintesi di mille culture e oggi mi sento profondamente napoletano se mi occupo di persone africane". (co. sa.)

Sea Watch, sui balconi di Siracusa spuntano lenzuoli bianchi: "Fateli sbarcare"

video Appena hanno visto che la Sea Watch era a pochi metri dalle coste di Siracusa, Simone Giallongo e la moglie hanno pensato di appendere dei lenzuoli bianchi sui balconi del loro b&b nel centro della città siciliana. "Era opportuno manifestare il sentimento di accoglienza che Siracusa ha sempre avuto nei confronti di chi ha bisogno", dice l'albergatore. E' partito un tam tam sui social e su whatsapp e altri cittadini hanno appeso i lenzuoli. di Giorgio Ruta

Sea Watch, portavoce Linardi: "Sbarcateli tutti. Rifiuto del porto potenziale reato"

video La situazione a bordo della Sea Watch 3 è drammatica. "Le persone sono tutte ammassate. Molte di loro si svegliano di notte per via degli incubi perché questa condizione ricorda loro quella di prigionia vissuta in Libia", racconta Giorgia Linardi, portavoce per l'Italia della Ong Sea Watch. "Chiediamo lo sbarco immediato di tutte le persone a bordo della Sea Watch, lo sbarco di solo una parte sarebbe traumatico per chi resterebbe. Lo sarebbe, per esempio, per un ragazzo gambiano di 24 anni che ha una cicatrice dalla testa al ventre, dopo essere stato torturato". L'imbarcazione è a poche miglia da Siracusa: "Ieri è stato rifiutato l'ingresso al porto, un diniego senza motivo che rappresenta potenzialmente un reato, soprattutto se si parla di una nave in difficoltà". a cura di Giorgio Ruta

Sea Watch, il sindaco di Siracusa: ''Nessun ministero si è fatto sentire''

video Nessuno ha chiamato il sindaco di Siracusa Francesco Italia: "Né il ministro dei Trasporti, né quello dell'Interno", dice il primo cittadino, mentre la nave Sea Watch è a pochi metri dalla costa siracusana con 47 migranti a bordo. "Il difensore dei diritti dei bambini è in capitaneria di porto. Si attendono notizie perché il tribunale dei minori ha chiesto di far sbarcare chi ha meno di 18 anni", dice Italia. di Giorgio Ruta

Sea Watch, Berlusconi: "Si fa credere che migranti siano il primo problema. Che differenza fa sbarco 47 persone?"

video "Si continua a far credere che l'immigrazione sia il primo problema del Paese. Io non vedo francamente che cosa possa svilupparsi con la discesa di 47 altri migranti che sono in una situazione precaria su una nave con un tempo non buono di fronte alla presenza di oltre 600mila clandestini che sono ancora in Italia che si dovevano inviare al loro Paese". Così il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi all'Aquila, rispondendo a una domanda sull'opportunità o meno di far scendere i migranti che si trovano sulla Sea Watch.di Camilla Romana Bruno