La Libia ingovernabile sprofonda nel caos

ROMA Hanno preso l’aeroporto di Tripoli dopo settimane di scontri, hanno attaccato una tv privata vicina ai rivali di Zintan, e ora le milizie filo-islamiche di Misurata rivogliono il “loro” Parlamento. Hanno così chiesto e ottenuto una convocazione urgente nella capitale di quel Congresso