PER RENZI CREDIBILITÀ IN GIOCO

di ANDREA SARUBBI «Non ho mai creduto nella diversità etica del centrosinistra», diceva nel 2011 il sindaco di Firenze, percepito a quei tempi come un rompiscatole in carriera e mal sopportato dai vertici del suo stesso partito. Che il sindaco, va detto, teneva sempre a debita distanza, sc