«Vi disturba se ho successo?»

VENEZIA. Chiediamo a Paolo Sinigaglia, presidente di Veneto Sviluppo spa: il centrosinistra dice che è ora che lei si dimetta. C’è una mozione, primo firmatario Massimo Carraro. «Dite a quel signore che mi spieghi perché dovrei dimettermi. Magari è perché pensa che anch’io abbia dato un

CON ABN BANCA MODERNA

SEGUE DALLA PRIMA di una sfida assai lunga, in cui gli olandesi, con temerarietà insospettata in una istituzione nordica, si sono buttati. Perché sono loro, oggi, i capitani coraggiosi lanciati (con soldi veri, non con il castello di carte di Fiorani) in un progetto di modernizzazione

LE SCALATE PARALLELE E TROPPE COINCIDENZE

Non è ancora chiaro quale sarà il finale della storia della scalata ad Antonveneta. Ma la morale che si può trarre, anche guardando solo al capitolo della scalata di concerto, comincia a essere chiara: può essere riassunta in quattro punti che riguardano il principio di italianità in nom

Marco Onado

Senza Titolo

PADOVA. Banca popolare italiana, fine della scalata ad Antonveneta, forse cedendo il proprio 29% proprio ai «nemici» di Abn Amro. Il fronte cosiddetto «dei concertisti» inizia a sgretolarsi: il consiglio d’amministrazione di Bpi slitta alla prossima settimana; e ora c’è chi vuole una rap

«Possibili altri sviluppi»

BRUXELLES. Il commissario europeo al mercato interno Charlie Mccreevy non ha escluso «ulteriori sviluppi» da parte di Bruxelles nel merito della vicenda che riguarda la scalata di Abn Amro su Antonveneta e, in particolare, sull’approfondimento del ruolo di Bankitalia. «Abbiamo scritto a

PER ANTONVENETA

Rijkman Groenink è il numero uno di Abn Amro che nello scorso fine settimana ha avuto colloqui con gli imprenditori veneti sulla partita Antonveneta. L’iniziativa di Groenink è stata giudicata positiva dai vertici dell’istituto olandese.