In Costa Rica sulle rotaie dei Tùtiles: Lorenzo e Rossella a piedi lungo la ferrovia dei mantovani

video “Sulle rotaie dei Tùtiles” è un progetto di Lorenzo Pirovano (27enne mantovano) e Rossella Rocchino (22enne milanese di origini napoletane) sulle tracce dei discendenti di chi fuggì dalla fame, ossia i migranti italiani, per lo più mantovani, che andarono a cercare fortuna in Costa Rica. Il viaggio di Lorenzo e Rossella è partito il 3 gennaio dal porto di Anversa. Si sono imbarcati su una nave cargo per vivere sulla propria pelle le emozioni dei migranti. I due hanno percorso la ferrovia accompagnati da un’associazione, da soli sarebbe stato impensabile. La seconda parte della loro missione era rintracciare i discendenti di 30 mantovani partiti dalla Bassa per trovare l’America: ne hanno intervistati una quarantina (a cura di Eleonora Giovinazzo)

Germania, Merkel colta da tremore mentre ascolta l'inno nazionale. Poi rassicura: "Sto bene"

video Disidratazione. Così Angela Merkel ha spiegato il forte tremore che l’ha colta oggi mentre davanti alle telecamere accoglieva il presidente ucraino Wolodymyr Zelenski a Berlino. Durante la cerimonia degli inni nazionali la cancelliera è stata colta da un forte tremore e ha stretto le mani davanti a sé, faticando a controllare il corpo che si muoveva. Il tutto è durato pochi minuti: al termine degli inni la cancelliera è apparsa in condizioni migliori e la conferenza stampa congiunta prevista per le 13.45 è iniziata con 10 minuti di ritardo appena. Qui Merkel ha raccontato ai giornalisti di aver bevuto tre bicchieri di acqua e di sentirsi meglio: "Apparentemente ne avevo bisogno", ha detto.Ap

Zeffirelli, a Firenze l'ultimo saluto al maestro. Letta: "Finalmente riconosciuto il genio"

video Una città intera si è stretta attorno al feretro del regista Franco Zeffirelli già nel corteo funebre che dalla camera ardente allestita a Palazzo Vecchio ha raggiunto la basilica di Santa Maria del Fiore. ''Celebriamo uno spirito libero, un grande artista, un genio italiano- ha detto Gianni Letta, presidente onorario della fondazione Zeffirelli - la sua città Firenze, che non sempre lo aveva celebrato e riconosciuto come nelle altre parti del mondo, lo ha finalmente accolto abbracciandolo con orgoglio, con fierenzza, con amore, come lui avrebbe sempre voluto'. Di Giulio Schoen

La carriera di Platini: dai Palloni d'Oro alle accuse di corruzione

video Michel Platini è stato fermato dalla polizia francese. L'accusa nei confronti dell'ex giocatore della Juventus è quella di corruzione per l'assegnazione dei Mondiali di calcio del 2022 in Qatar. Non è la prima volta che il francese viene coinvolto in scandali giudiziari: la prima volta fu nel 2015, quando ricopriva la carica di presidente della UEFA e venne accusato di aver percepito illegalmente 2 milioni di franchi svizzeri per consulenze svolte tra il 1999 e il 2002. In quel caso fu scagionato da ogni accusa

Pd, Orfini: "Toglierei Twitter a metà dei dirigenti". E su Lotti il partito si divide

video Dopo le polemiche sulla mancanza di leadership nel Partito Democratico, i toni si placano nel giorno della Direzione. L'ombra di una nuova scissione è allontanata da tutti, ad eccezione del senatore Matteo Richetti. "Qui c'è una grande ipocrisia. Se vogliamo essere onesti, il problema è su cosa siamo uniti - afferma - Può anche essere che, in maniera lucida e razionale, si debba riorganizzare un campo che vada oltre il partito unico". "Questa cosa non mi convince", ribatte Francesco Boccia. Ma ad agitare le acque dem è ancora il coinvolgimento di Luca Lotti nel caso delle 'toghe sporche' al Consiglio superiore di magistratura. "Mi aspettavo che una comunità politica fosse solidale con un compagno di partito - attacca la renziana Alessia Morani -. E invece è stato lasciato alla gogna mediatica e c'è chi, come Luigi Zanda, ha usato un giornale per attaccarlo in maniera frontale". di Francesco Giovannetti

Pd, Orlando: "Partito dilaniato? Ormai è un genere letterario: discussioni sono descritte come liti"

video Andrea Orlando, vicesegretario del Pd, dai microfoni di Circo Massimo, su Radio Capital, commenta le discussioni interne al partito: "Nell'altro campo gli scontri sono ritenute fisiologiche, nel nostro vengono descritte come un dilaniarsi: credo che ormai sia un genere letterario". E, parlando della copertina dell'ultimo numero de L'Espresso che dipingeva Zingaretti come il 'Compagno Boh', dice: "Siamo usciti da un momento di difficoltà grandissimo, abbiamo fatto qualche piccolo passo avanti e questo implica una capacità di mediare e di ricucire che non consente nell'immediato una nettezza di profilo. Sono convinto che, se si dà tempo a questo lavoro, ci saranno anche i risultati". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto