Torino, commercianti e cittadini armati di stracci e ramazze puliscono i portici di via Roma

video Si sono ritrovati in piazza Cln, nel pieno centro di Torino con in mano secchi, stracci e ramazze per pulire i portici e le strade del salotto della città. “PuliAMOTorino” è una provocazione partita dalle associazioni dei commercianti e dai cittadini, un messaggio per il comune: "Torino è sporca, l'amministrazione non pulisce, ci pensiamo noi". E all'appello ha risposto l'assessore all'Ambiente, Alberto Unia che in tarda mattinata ha incontrato gli attivisti: "Qualsiasi iniziativa di coinvolgimento civico e di cura del bene comune è ben accetta – Ha detto Unia – Incontrerò nei prossimi giorni i promotori dell'iniziativa per capire come risolvere questo problema, ma non parlerei di emergenza". Di Alessandro Contaldo

Caos procure, il presidente dell'Anm Grasso si dimette: "Vi rispetto più di quanto voi rispettiate me"

video Lo scandalo Csm travolge anche l'Associaione Nazionale Magistrati. Nel corso di una riunione tesissima, in cui le diverse correnti hanno accusato la debolezza della linea adottata dopo l'emergere del caso, il presidente del sindacato delle toghe Pasquale Grasso ha deciso di presentare le proprie dimissioni. "Non si può rimanere a dispetto dei santi. Se i miei colleghi hanno rappresentato chiaramente una contrarietà alla mia condotta è sicuramente colpa mia e non gliene faccio un rimprovero", ha quindi commentato Grasso con i cronisti. Di Francesco Giovannetti

Nicola, l'atleta paraolimpico che sfreccia sulle piste ciclabili di Bari: "Bisogna renderle più sicure"

video Le braccia devono farsi il doppio della forza per scansare buche, erbacce, brecciolina, rifiuti e rami di alberi penzoloni. Il quadruplo, per la verità, visto che devono guidare una handbike, la speciale bicicletta che si muove grazie alla propulsione degli arti superiori. L'ultimo chilometro della pista ciclabile che dall'aeroporto conduce al parco di lama Balice, per Nicola Giannoccaro è il più faticoso. Non per la pendenza, né per le particolari curve. «Ma è per lo stato di cattiva manutenzione in cui la pista versa», denuncia l'atleta paraolimpico della scuola di ciclismo (e paraciclismo) Franco Ballerini. Le ultime due gare segneranno a giorni la fine della stagione: ecco perché è fondamentale allenarsi almeno tre volte a settimana per più di seicento chilometri al mese. "Ho segnalato ripetutamente sulla bacheca facebook del sindaco, Antonio Decaro, le condizioni in cui versa la pista, con tanto di fotografie – assicura Giannoccaro – Solo la parte più vicina all'aeroporto è stata ripulita, il resto è impraticabile e pericoloso". Residente a Modugno, 41 anni e un lavoro da impiegato, Nicola si allena per 4.500 chilometri percorsi in bici nell'ultimo anno. Di Silvia Dipinto