Sea Watch, leader leghista di Lampedusa: "Oggi ci scappa il morto". Dalla nave rispondono con un cuore

video Un gruppetto di contestatori, capeggiato dalla leader della Lega a Lampedusa Angela Maraventano, ha protestato contro l'equipaggio della Sea Watch, appena giunto con la nave sul molo commerciale dell'Isola, dopo aver forzato il blocco. "Non fate scendere nessuno perché stasera ci scappa il morto", è la minaccia della Maraventano, ex senatrice del Carroccio. Qualche ragazzo si è spinto oltre: "I clandestini vi devono stuprare le mogli", rivolgendosi agli uomini a bordo della ong tedesca. La risposta della Sea Watch è stata un cuoricino su un telo bianco, esposto su un lato dell'imbarcazione. di Giorgio Ruta

Sea Watch attracca a Lampedusa, comandante Carola arrestata tra applausi e insulti

video Carola Rackete è entrata nel porto senza autorizzazione preventiva, invocando lo stato di necessità. L'aveva detto, lo ha fatto. Dopo un'ora i finanzieri sono saliti a bordo: hanno arrestato la capitana e l'hanno portata via con l'accusa di "resistenza o violenza contro nave da guerra", un reato che prevede una pena da tre a dieci anni. I finanzieri vorrebbero contestare anche il tentato naufragio, a proposito della manovra di attracco, ma sarà il pm a decidere. Le immagini mostrano Carola portata via tra gli applausi dei sostenitori, ma anche tra i fischi dei contestatori, un gruppo capeggiato dalla leader della Lega lampedusana Angela Maraventano di Giorgio Ruta