Sea Watch, Linardi: "Da Gdf manovra ostruttiva, Carola non voleva bombardare. Nessuno ha fermato chi la insultava"

video "Noi crediamo che sia irresponsabile che anche nel momento in cui è stato violato un alt si faccia questo tipo di manovra ostruttiva nei confronti di una nave che non voleva certamente bombardare". Giorgia Linardi, portavoce della Sea Watch, punta il dito sulla manovra della motovedetta della Guardia di Finanza urtata dal mezzo della ong mentre ancorava in porto a Lampedusa nonostante il divieto dell'autorità portuale. L'organizzazione difende la comandante Carola Rackete che ha forzato il blocco per sbarcare dopo 17 giorni di stallo i migranti raccolti in mare. "Stessa attenzione non hanno avuto le forze dell'ordine per la gente che insultava al porto", sottolinea Linardi. di Giorgio Ruta

Lampedusa, sbarcano bambini e donne. Erano in un barcone avvistato da Open Arms

video Un barcone con a bordo 55 migranti partiti dalla Libia è stato soccorso al largo di Lampedusa. Il barcone è stato avvistato da Open Arms, l'imbarcazione della Ong catalana che si trova al largo dell'isola in acque internazionali. Dalla Ong hanno dato subito l'allarme. E' arrivato in zona un mezzo della Guardia di Finanza che ha trasbordato i migranti. Tranne 11 di loro, soprattutto donne e bambini, che sono stati portati a Lampedusa da una motovedetta della Guardia Costiera perché le condizioni richiedevano uno sbarco immediato. Gli altri, invece, verranno trasferiti in Sicilia, a Pozzallo.Di Giorgio Ruta

Torino, modellino Sea Watch distrutto e presidio sgomberato

video Da alcuni giorni alcune persone a Torino esprimevano solidarietà per la vicenda della Sea Watch trascorrendo la notte sul sagrato della chiesa di San Dalmazzo, replicando la mobilitazione in corso sul sagrato della Chiesa di San Gerlando a Lampedusa. Il presidio è stato sgomberato ieri dalla polizia mentre la nettezza urbana ha distrutto e portato via un modellino della Sea Watch realizzato in cartoneTwitter