Minibot, Borghi: ''Nessun incidente, Giorgetti d'accordo anche qualche giorno fa''

video Il presidente della Commissione Bilancio alla Camera Claudio Borghi, autore della proposta sui minibot, commenta le dichiarazioni del Sottosegretario Giorgetti contro i Minibot. "Nessun incidente, Giorgetti e Salvini d'accordo, ne abbiamo parlato anche pochi giorni fa. Non sono inverosimili, sono verosimili anche se difficili da portare a casa". "Poverino, Giorgetti è lì che aspetta una cosa importante come le Olimpiadi e gli rompono le scatole con i minibot, è probabile che poi uno sbotti", dice Borghi che poi commenta la domanda di Giorgetti "c'è ancora qualcuno che crede a Borghi?", dicendo che "le agenzie tante volte hanno scritto cose mie che non stavano né in cielo né in terra". Intervista di Jean Paul Bellotto - Radio Capital

Padre e figlia morti in USA, Bartolo (Pd): "A Lampedusa ho visto centinaia di cadaveri di bambini, nessuno ne ha parlato"

video Un padre e la figlia di due anni, migranti salvadoregni, sono morti annegati nel Rio Grande, al confine fra Stati Uniti e Messico. La foto ha sconvolto il mondo. "Mi fa tanto male, io di questi bambini purtroppo ne ho visti tanti", racconta con la voce rotta Pietro Bartolo, neoparlamentare europeo del Pd e medico del primo soccorso dei migranti a Lampedusa, in un'intervista a Circo Massimo, su Radio Capital, "Ne ho visti tantissimi e nessuno ne ha parlato. Lo so io quanto ho sofferto, facendo ispezioni cadaveriche su bambini, a centinaia, in quelle confezioni. Si parla di bambini preconfezionati, e io ne ho visti tanti, ma in quelle confezioni schifose, con la cerniera. Glielo farei vedere io, quali sono i bambini preconfezionati". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

'Ndrangheta, Gratteri: "Con un sistema giudiziario diverso possibile abbattere l'80% delle mafie in 10 anni"

video Secondo il ministro dell'interno Salvini "la sconfitta della mafia è questione di mesi": è così? "No, assolutamente", ribatte a Circo Massimo, su Radio Capital, il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, "io parlo di arginare il fenomeno mafioso. Nel rispetto della Costituzione, con un sistema giudiziario diverso da quello attuale è possibile in dieci anni abbattere l'80% delle mafie, ma sarei prudente a parlare di sconfitta delle mafie. Sa perché? Perché in ognuno di noi c'è l'1% di mafiosità, nei nostri comportamenti quotidiani, nelle nostre reazioni. Pensateci". La lotta, continua Gratteri, avrebbe bisogno di un forte input politico: "Sono in magistratura dal 1986 e sto ancora aspettando un governo che ritenga di fare una guerra totale alle mafie. La storia mi ha insegnato finora che chiunque è stato al potere non ha voluto un sistema giudiziario forte. Un sistema giudiziario forte vuol dire controllare il manovratore. E il manovratore non vuole essere controllato".Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Roma, Paragone (M5S): "Città sporca? Abito a Varese, ho altri standard"

video Fra gabbiani, topi e sacchetti che occupano i marciapiedi, la situazione rifiuti a Roma è sempre più critica. "So benissimo che qui la gestione dei rifiuti ha per forza di cose disordini e disfunzioni, ma non credo che prima della Raggi si festeggiasse", dice a Circo Massimo, su Radio Capital, il senatore 5 stelle Gianluigi Paragone, "Io abito a Varese, ho degli standard diversi, più rigidi. Ma è un discorso culturale".Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Il viceministro Garavaglia: "Se i minibot sono erga omnes si fa un casino. Salario minimo ci preoccupa"

video Il sottosegretario Giorgetti ha bocciato i minibot: "Sono inverosimili", ha detto. Lo strumento per pagare i debiti della pubblica amministrazione potrebbe essere complicato, come ammette il viceministro leghista dell'Economia Massimo Garavaglia a Circo Massimo, su Radio Capital: "Se i minibot sono erga omnes si fa un casino", dice, "va risolto il tema della certificazione dei debiti". Garavaglia poi boccia il salario minimo proposto dai 5 stelle: "Siamo un po' preoccupati, l'unica cosa che non si può fare in questo momento è aumentare i costi alle aziende". E sulle coperture della flat tax, che il vicepremier Salvini ha detto di aver individuato, si smarca con una battuta: "Non le dico, altrimenti Di Maio me le ruba". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Il sottosegretario leghista Durigon: "Salvini merita il Nobel per la Pace, usa le parole di Giovanni Paolo II"

video La proposta è arrivata dalla Germania: la vicepresidente dell'Afd ha lanciato la candidatura di Matteo Salvini al Nobel per la pace. Un'iniziativa promossa dal sottosegretario leghista al lavoro Claudio Durigon: "Lo meriterebbe, sta cercando di difendere gli interessi del proprio Paese", dice Durigon a Circo Massimo, su Radio Capital, "e usa le parole di grandi personaggi religiosi come Giovanni Paolo II. Penso proprio che potrebbe rientrarci. Perché no?". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Governo, Monti: "Isolamento Italia in Ue senza precedenti, la droga della Bce frena le riforme"

video "Se l'Italia va avanti così e non trova un meccanismo per tornare a crescere, gli italiani di domani saranno messi peggio degli italiani di oggi". Così il senatore Mario Monti in un'intervista a Circo Massimo, su Radio Capital. Quando gli si chiede se il governo sta portando l'Italia a sbattere, l'ex premier ammette di essere "molto preoccupato a livello di politica estera e politica europea, stiamo raggiungendo un grado di isolamento senza precedenti". "Ma sbattere sarà non tanto facile, perché", spiega, "adesso i banchieri centrali si sono convertiti, ultimo il tedesco Weidmann, a vedere la loro funzione come irrigatori e creatori di liquidità a piacere, è un altro pezzettino di droga che rende un po' più inutili e futili che in passato le prediche che le banche centrali fanno affinché gli Stati mettano sotto disciplina il loro disavanzo pubblico e facciano le riforme strutturali". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Pd, Orlando: "Partito dilaniato? Ormai è un genere letterario: discussioni sono descritte come liti"

video Andrea Orlando, vicesegretario del Pd, dai microfoni di Circo Massimo, su Radio Capital, commenta le discussioni interne al partito: "Nell'altro campo gli scontri sono ritenute fisiologiche, nel nostro vengono descritte come un dilaniarsi: credo che ormai sia un genere letterario". E, parlando della copertina dell'ultimo numero de L'Espresso che dipingeva Zingaretti come il 'Compagno Boh', dice: "Siamo usciti da un momento di difficoltà grandissimo, abbiamo fatto qualche piccolo passo avanti e questo implica una capacità di mediare e di ricucire che non consente nell'immediato una nettezza di profilo. Sono convinto che, se si dà tempo a questo lavoro, ci saranno anche i risultati". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Totti lascia la Roma, Sacchi: "Ha capito di non essere apprezzato. Non vuole perdere la dignità"

video È il giorno dell'addio di Totti. Dopo il campo, il simbolo della Roma lascerà anche il suo ruolo dirigenziale. "Ha capito di essere usato o meglio non apprezzato", commenta l'ex ct della Nazionale Arrigo Sacchi, ospite di Circo Massimo su Radio Capital. "In questi casi - dice - si deve prendere una decisione. Shakespeare diceva: chi perde la dignità è un miserabile tutta la vita. E lui non vuole perdere la dignità. Succede anche fra marito e moglie, che a un certo momento si vedano le cose in un modo diverso. Dispiace. Io lo stimo tantissimo, l'ho cercato quando ero al Milan e al Real Madrid". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Salvini, Calenda: "Vuole uscire dall'euro, c'è un sodalizio forte con la Russia"

video Salvini vuole uscire dall'euro. Ne è convinto l'ex ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda: "Non conteremo niente nella Commissione, questi sono totalmente marginalizzati nel Parlamento anche dai loro alleati: che senso avrebbe per Salvini fare questo se non avesse un disegno vero di spaccatura dell'Italia dall'eurozona e dall'Europa?", ragiona Calenda a Circo Massimo, su Radio Capital. "C'è un sodalizio forte con chi l'Europa la vuole spaccare, cioè la Russia, e penso che questa sia la linea di Salvini. C'è un progetto", conclude il neo-europarlamentare, "di far uscire l'Italia dalle democrazie liberali".Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto