Fondi Russi alla Lega, Conte: “Non conosco Savoini, era a cena con Putin perché partecipava al Forum"

video "Non conosco Savoini. Non l'ho mai incontrato personalmente”. Così il premier Giuseppe Conte, parlando del caso dei fondi russi al partito leghista, ha spiegato come Gianluca Savoini - indagato dalla Procura di Milano per corruzione internazionale - era presente alla cena in onore di Putin a Roma solo perché partecipò al forum Italia Russia del pomeriggio. "Ho visto le foto e ho fatto accertare, alla cena erano invitati automaticamente i partecipanti al forum gestito fra gli altri dall'Ispi. Dobbiamo trasparenza, - ha aggiunto Conte - abbiamo grandi responsabilità e vi chiarisco la ragione per cui Savoini era a una cena offerta da me”. Video di Edoardo Bianchi e Andrea Lattanzi

Soldi russi alla Lega, Borghi: "Inchiesta ridicola, Savoini a Mosca per sua associazione"

video "Se non ci sono gli euro dubito che ci siano i rubli". Il leghista Claudio Borghi, presidente della Commissione bilancio della Camera, bolla come "ridicola" l'inchiesta della Procura di Milano su Gianluca Savoini per corruzione internazionale perché "lui non ha un ruolo ufficiale nella Lega, non è un parlamentare, non è niente". Come mai allora è presente in diverse fotografie con le delegazioni della Lega a Mosca? "Lui ha quest'associazione Lombardia-Russia e quindi la sua era vista come una presenza normale". Video di Edoardo Bianchi e Andrea Lattanzi

Visco (Bankitalia): "Calo spread spinge la crescita nel 2019 a +0,1%"

video "I mercati hanno risposto positivamente alle recenti decisioni del governo e della Commissione, è la dimostrazione che è possibile innestare un circolo virtuoso tra politica di bilancio e condizioni finanziarie dal quale può derivare un impulso forte e duraturo dell'attività economica". Queste le parole del governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, durante l'assemblea dell'Associazione bancaria Italiana che si è tenuta a Palazzo Mezzanotte a Milano. Nel suo intervento il governatore ha sottolineato come "nella proiezione centrale riportata nel Bollettino la crescita del Pil è pari allo 0,1 per cento nel 2019 e a poco meno dell'1 nella media del biennio successivo". Una cifra diversa dallo 0,2 prospettato sembre all'Abi dal premier Giuseppe Conte. Di Edoardo Bianchi e Andrea Lattanzi

Crescita Pil, il ministro dell'Economia Tria: "Per noi resta valida stima di +0,2%"

video "Un anno fa ero qui (all’assemblea Abi, ndr) a descrivere uno scenario significativamente diverso dall'attuale, e sono sfumati, di fronte alla realtà dei fatti e delle azioni, i dubbi immotivatamente diffusi sulle coerenze politiche del nuovo governo con il quadro delle regole europee". Così il ministro dell’Economia Giovanni Tria, durante l'assemblea dell'Associazione bancaria Italiana che si è tenuta a Palazzo Mezzanotte a Milano, ribadisce che le stime del governo restano valide. "Riteniamo che la previsione della crescita del Pil per il 2019 allo 0,2% reale e all' 1,2% nominale sia ancora valida seppure permangano rischi al ribasso” ha concluso Tria. Numeri diversi da quelli di Bankitalia. Nello stesso incontro all'Abi il governatore Ignazio Visco ha sottolineato che "nella proiezione centrale riportata nel Bollettino la crescita del Pil è pari allo 0,1 per cento nel 2019 e a poco meno dell'1 nella media del biennio successivo". Video di Edoardo Bianchi e Andrea Lattanzi

Savoini, il governatore Fontana: "Ha fatto una sbruffonata, nessuno parla davvero di soldi al bar"

video "Se si fosse trattato di una cosa seria, difficilmente uno avrebbe parlato di un trasferimento di denaro di quella portata in presenza di tante persone nel bar di un albergo". Il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, a margine dell'assemblea per il centenario dell'Abi, definisce "una sbruffonata" il comportamento di Gianluca Savoini sul quale la Procura di Milano ha aperto un fascicolo per corruzione internazionale. Il presidente Fontana afferma inoltre di "non aver la più pallida idea" di quello che sia il ruolo di Gianluca Savoini nella Lega.di Edoardo Bianchi e Andrea Lattanzi