Carrarese, Buffon fa sognare la città

photo L’appuntamento era fissato da giorni in comune a Carrara. L’attesa era tutta per la nuova società di calcio. Alle 18,30 in punto l’azionista più prestigioso è stato accolto da un boato: Gigi Buffon, sì, proprio lui, è entrato nella sala consiliare salutando a braccia alzate 350 tifosi stipati. Seduti accanto a lui gli altri protagonisti del rilancio della Carrarese. Il presidente Maurizio Mian, il direttore generale Nelso Ricci, l’armatore di origine greca Alexis Tomasos, il padre di Cristiano Lucarelli, Maurizio, l’allenatore Francesco Monaco, e il sindaco Angelo Zubbani. La scalata verso il calcio che conta, a Carrara, è ricominciata ieri. L'articolo di Matteo Baccellini

Un nubifragio investe Livorno, danni e allagamenti

photo Durerà ancora una fino alle 22 di venerdì l'allerta meteo scattata per le piogge e i forti temporali che hanno riguardato soprattutto la parte centro-settentrionale della Toscana. Le precipitazioni di forte intensità sono iniziate in Versilia e in provincia di Massa Carrara e si sono estese alle province di Pisa e Livorno. In diverse di queste aree si sono verificati gravi disagi: nell'area di Livorno ci sono stati allagamenti di scantinati e sottopassi, con serie difficoltà per il traffico. Sempre a Livorno, un automobilista è rimasto bloccato in un parcheggio del centro perché circondato dall'acqua. Nella città labronica in tilt molti uffici pubblici: allagate le stanze di alcuni magistrati della Procura e del tribunale. Acqua anche al piano terreno del municipio e nei locali della polizia scientifica in questura. (Foto di Alberto Vincenzoni/Pentafoto)

Due settimane di mini naja

photo Per due settimane hanno frequentato il Capar, il Centro Addestramento di Paracadutismo di Pisa dove si formano i paracadutisti della Folgore, partecipando alla mini naja prevista dal Progetto Difesa. Altri 170 giovani sono stati invece inquadrati dagli alpini a Aosta e a San Candido.
(Foto a cura Ufficio Pubblica Informazione Folgore - mar. capo Vincenzo di Canio)

Sulla Toscana una bufera tropicale, allagamenti a Viareggio

photo Il maltempo si è abbattuto sulla Toscana provocando danni più province. Alle 12 le situazioni "critiche" sono segnalate al comando di Livorno, per forti piogge e vento, con richiesta anche di rinforzi, e a quello di Lucca, specie nell'area della Versilia (nelle immagini gli allagamenti di Viareggio), dove sono stati effettuati 20 interventi e altrettanti sono in attesa. Situazione di "allerta" per quanto riguarda il comando di Pisa, con una decina di interventi in attesa di poter essere effettuati: registrata anche una piccola tromba d'aria in zona Marina di Pisa. "Allerta" anche a Pistoia, con una decina di interventi in attesa di poter essere effettuati. Infine, in via di normalizzazione la situazione a Massa dove sono stati 30 gli interventi dalle 7 del mattino. La situazione dovrebbe migliorare da venerdì. Le previsioni del tempo, infatti, prevedono un cielo nuvoloso o molto nuvoloso in mattinata con residue precipitazioni sulle zone settentrionali, rovesci e temporali localmente intensi ed occasionalmente associati a grandinate sulle zone centro-meridionali. Tendenza a graduale attenuazione dei fenomeni dal pomeriggio a partire dalle province settentrionali con maggiori addensamenti in serata sulle zone appenniniche, in particolare sulle zone di confine con l'Emilia-Romagna. (foto di Roberto Paglianti)

"Pimp my Mary", a Carrara la Madonna diventa "pop"

photo CARRARA. E' una mostra che farà sicuramente discutere, quella allestita all'accademia di Belle arti di Carrara, in cui sono esposte un'ottantina di statuine della Vergine, reinterpretate da artisti di tutto il mondo. "Pimp my Mary" è nata dall'idea di due giovani artisti che hanno inviato copie di gesso della Madonna a colleghi di altri paesi, chiedendo loro una interpretazione in chiave moderna. "Il progetto Pimp my Mary - dicono gli autori - nasce dall’esigenza di comunicare un forte dissidio e distacco dalla commercializzazione dell’icona quanto tale". La mostra resterà aperta sino al 5 settembre. I vostri commenti

L'ultimo saluto al datore di lavoro ucciso

photo Si è svolta oggi a Viareggio (Lucca) la cerimonia laica per l'addio a Luca Ceragioli, 48 anni, il dirigente della Gifas Electric ucciso il 23 luglio a Massarosa (Lucca) insieme a un collega, Jan Frederik Hillmer, da un ex dipendete, Paolo Iacconi. L'ultimo addio a Ceragioli è stato dato nella pineta dietro la chiesa della Natività della Beata Vergine Maria, a Viareggio.
LEGGI Uccide i due ex datori di lavoro, si spara e dà fuoco all'ufficio