Strage di Viareggio, la ricostruzione 3D dell'incidente

video Ecco il documento del ministero delle Infrastrutture che ricostruisce il deragliamento del treno nella strage di Viareggio 29 giugno 2009: l'ipotesi prevalente per la commissione di indagine è che sia stato un picchetto di ferro tagliente a forare la cisterna contenente Gpl poi esploso causando 32 vittime e decine di feriti (a cura di Laura Montanari)

Strage di Viareggio: interrogazione si vertici di Fs

video «Si chiede di sapere se il ministro dei Trasporti ritenga opportuna l'eventuale riconferma dei vertici delle Ferrovie dello Stato dopo il rinvio a giudizio da parte della Procura di Lucca». E’ l'interrogazione presentata in Senato dalla senatrice viareggina Manuela Granaiola (Pd). Per giovedì è fissata l'assemblea del Gruppo Fs per il rinnovo delle cariche e non sembrano esservi dubbi sul rinnovo del mandato, il terzo, per Mauro Moretti, amministratore delegato di Fs oltre che uno dei 42 rinviati a giudizio per il disastro ferroviario del 29 giugno 2009.

L'ira di Rossi per le operaie Mabro

video Confindustria e il mondo della moda fiorentino. Gli imprenditori, che nella rabbia e nella concitazione si torna a chiamare “i padroni”. È stato un crescendo l’intervento del presidente della Regione Enrico Rossi che mercoledì ha incontrato le lavoratrici dell’ex Mabro, i sindacati e le istituzioni a Grosseto. «Se ho fallito - dice Rossi - è perché non c’è stato alcun imprenditore che si è fatto avanti nell’azienda. Io avevo detto che ci avrei provato, a trovare qualcuno, ma Confindustria, il mondo della moda, anche a Firenze, non si sono fatti avanti». Voce alta, strozzata in gola e pugni sul tavolo. «Dove sono i padroni? - dice - dove sono gli imprenditori pronti a metterci del loro?». Le donne della Mabro restano ammutolite. Rossi alza la voce, grida. Batte i pugni sulla scrivania. L’attacco di Rossi scatta quando i lavoratori dell’azienda accusano il presidente, e quindi la Regione, di non aver trovato una soluzione positiva per la fabbrica.

Strage di Viareggio, la simulazione 3 contenuta nella perizia

video "La simulazione 3 è quella in cui le altezze dei muri riproducono le altezze previste nel progetto di barriere antirumore, è quella che mostra maggiore efficacia nel contenimento della nube (per quanto riguarda la tempistica investigata, ovvero fino a 190 secondi dopo il rilascio del Gpl), si legge nella perizia. "In particolare risulta che il limite di infiammabilità non viene superato in parti del territorio oltre il muro"