A Doberdò il primo sciacallo dorato catturato (e poi rilasciato) in Italia

photo

Per la prima volta in Italia è stato catturato in natura un individuo di sciacallo dorato (Canis aureus), rilasciato dopo essere stato dotato di radiocollare. L’operazione è avvenuta nella mattinata del 14 agosto scorso, nel territorio della Riserva Naturale Regionale dei Laghi di Doberdò e Pietrarossa (Gorizia), nell’ambito del programma di monitoraggio del progetto Europeo Interreg Italia-Slovenia Nat2Care. L’operazione è stata condotta dal personale del Dipartimento di Scienze agroalimentari, ambientali e animali (Di4A) dell'Università di Udine. Nelle foto, le fasi dell'operazione. Leggi l'articolo

A Trieste "Arience", 60 metri di yacht extralusso

photo

Ormeggiato al Molo Pescheria, a far bella mostra di sé, dal 20 agosto c'è Arience, yacht di superlusso, il cui noleggio costa almeno 570 mila euro a settimana. Costruito nel 2012, lungo 60 metri e largo 13, può ospitare 12 persone in 7 cabine, a cui si affiancano i 15 membri dell'equipaggio. Dotato di ascensore, offre tutti i comfort possibili: a bordo, per passare il tempo, c'è una sala cinema, la sala giochi, una palestra, la spa e la jacuzzi sul ponte. (Foto di Massimo Silvano)

Monfalcone, la Palinuro approda tra i giganti

photo

La nave scuola della Marina militare italiana ha attraccato sabato 17 agosto tra la Princess Cruises e la centrale A2A. Fino a lunedì resterà a fare da attrazione ai visitatori, già il primo giorno in fila nonostante il sole agostano. E mentre cercate di capire se riuscirete a farci un salto anche voi, gustatevi queste splendide foto di Katia Bonaventura

Ecco com'è fatta la maxi grotta scoperta nella "pancia" del Canin

photo

TRIESTE Una grotta dei record è stata intercettata all’interno del complesso del monte Canin, sul crinale delle Alpi Giulie vicino al confine con la Slovenia. Ha un'estensione superiore agli 80 chilometri: è il risultato della congiunzione tra le cavità esistenti sotto il Col delle Erbe e il Foran del Muss, due falsipiani presenti attorno alla cima del Canin, lunghe rispettivamente 30 e 40 chilometri Le foto che vedete sono gentilmente concesse dall'Archivio fotografico della Federazione Speleologica Regionale del Friuli Venezia Giulia. L’eccezionale scoperta è il risultato di un lungo lavoro di ricerca collettiva che vede la Federazione Speleologica Triestina coinvolta fin lontano 1964. L’attività di ricerca è stata poi interrotta, abbandonata e ripresa a partire dal 2012. Fino al grande risultato da parte del gruppo di speleologi triestini, di cui diamo notizia il 18 agosto 2019. L'articolo: Il ventre del Canin svela la più grande grotta mai scoperta in Italia

Sfide e allegria al Torneo dei Borghi di Lucinico

photo

A Lucinico, in occasione della Festa di San Rocco, la voglia di far festa è andata a braccetto con sana rivalità, grazie al torneo che ha messo di fronte una cinquantina di rappresentanti dei quattro borghi. Si sono sfidati in gare sportive (dal calcio al volley) e in giochi originalissimi (la “sfida implacabile” di forza e resistenza, la corsa dei sacchi, i giochi contadini, la briscola, il maxi paroliere o il quiz del Cervellone), e alla fine ha fatto festa per la terza volta borgo Prat. (Foto Marega)