Parlamento Ue, i Verdi chiudono la porta ai 5 Stelle: "No a chi governa con estrema destra"

video Oltre al pessimo risultato in Italia, con il voto delle elezioni europee Luigi Di Maio ha dovuto incassare anche il fallimento del progetto di creare un gruppo autonomo nel parlamento Ue, visto che tra gli alleati continentali dei 5 Stelle solo i croati hanno ottenuto un seggio (per formare un gruppo servono partiti di sette Paesi). Nelle ore successive al voto, dunque, è rispuntata l'ipotesi di bussare alla porta dei Verdi Europei, una delle formazioni uscite vincitrici dalle urne. Il capogruppo del partito ecologista a Bruxelles Philippe Lamberts chiude però nettamente all'ipotesi di un'alleanza con il M5S. Intanto i Verdi si preparano alle trattative per un possibile ingresso nella maggioranza europeista che dovrebbe formarsi nel prossimo parlamento. Lamberts tuttavia avverte i possibili partner - Popolari, Socialisti e Liberali - dicendo: "Se ci vogliono a bordo, ci sarà un prezzo da pagare in termini di cambiamento delle politiche".di Marco Billeci

Mercatone uno, i lavoratori davanti al Mise: "Licenziati con un post su Facebook, ci dicevano di stare tranquilli"

video "Abbiamo appreso la notizia con un post su Facebook. Ci tenevano buoni dicendoci che stavano salvando la situazione e invece... Noi non vogliamo ammortizzatori, vogliamo lavorare". Così alcuni lavoratori di Mercatone Uno, riuniti in un presidio di fronte al Mise in attesa del tavolo di confronto tra i sindacati ed il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, anticipato ad oggi dopo l'annuncio del fallimento dello store arrivato lo scorso 25 maggio."Sono scappati con gli acconti dei clienti e dei fornitori che noi seguivamo da tanti anni e si fidavano di noi. Noi ci abbiamo messo la faccia e siamo qui a protestare anche per i nostri clienti'', continuano le lavoratrici. ''Adesso vedremo se il governo sarà in grado di mantenere la posizione presa nel precedente incontro e cioè che avrebbe fatto di tutto per garantire la tenuta occupazionale per questi lavoratori", afferma Giuseppe Zimmari segretario regionale della UILTucs, poco prima dell'incontro al Mise con Luigi Di Maio. Di Livia Crisafi

Europee, Lega primo partito in Italia con il 34%. A Nordest arriva al 41%. Fvg terza regione a votarla

article La circoscrizione Orientale rispecchia la tendenza nazionale: il Pd al secondo posto con il 23,8% e il M5S al 10,3%. In regione il partito salviniano raggiunge il 42,6%, la percentuale più alta dopo Veneto e Lombardia. Eccezioni: il Südtiroler Volkspartei primeggia a San Floriano del Collio, nel pordenonese i Cinquestelle battuti da Fdi. Affluenza: in Fvg si ferma al 57,04%, in calo rispetto al 2014. Solo Trieste fa +1%