A Trieste una mostra per Camillo Castiglioni, l'italiano a capo di Bmw

video Pochi sanno che a capo di una delle più importanti e antiche case automobilistiche europee, la Bmw, ci fu un finanziere di origini triestine: Camillo Castiglioni. Figlio di un esponente di spicco della comunità ebraica, il vice rabbino Vittorio, Camillo ebbe una vita piuttosto avventurosa sempre a contatto con i potenti d’Europa e i banchieri americani. Uomo ricchissimo fu anche collezionista d’arte. Tanto spregiudicato che i nemici lo soprannominarono “lo squalo”. Alla sua figura complessa la Fondazione Bardelli in collaborazione con il Comune di Trieste dedica una mostra a palazzo Gopcevich aperta al pubblico dal 29 giugno al 21 luglio L'articolo (Video a cura di Martina Tartaglino)