«Volevo Illy in Porto, ma la Regione no»

di Fabio Dorigo «Non prendo lezione da un esperto di clanfe». Roberto Dipiazza, consigliere regionale di Autonomia responsabile e due volte sindaco di Trieste, non ha digerito il “triplo salto carpiato” che gli ha attribuito Roberto Cosolini, primo cittadino in carica, a proposito di Porto

Sindaco indesiderato alla “clanfada”

«Vengo anch'io? No tu no». A trieste anche la “clanfa” è politica. Non solo la jota. E così l’autoinvito del sindaco Roberto Cosolini alla “clanfada”di primavera è diventato un caso politico nella rete. Tutto è nato domenica da un selfie al PalaTrieste del priomo cittadino con Pierpaolo Ba

Verso le elezioni, Dipiazza scalda i motori

«Gli auguro buon lavoro». La forzista Sandra Savino non si scompone, attende gli eventi. E nel frattempo liquida con una battuta la discesa in campo del suo ex sindaco. «Vengo a sapere da voi che Dipiazza fa una conferenza stampa con la sua lista civica – puntualizza la deputata e coordina

Porto, pressing di Cosolini su Lupi

di Maurizio Cattaruzza «Fuori il nome del nuovo presidente del Porto». Roberto Cosolini non gliel'ha chiesto in maniera così brusca e diretta ma il senso della lettera inviata al ministro dei Trasporti e delle infrastrutture Maurizio Lupi è più o meno questo. Nel calcio si chiama pressing

Porto di Trieste, Cosolini sollecita Lupi

di Maurizio Cattaruzza wTRIESTE «Fuori il nome del nuovo presidente del Porto». Roberto Cosolini non gliel'ha chiesto in maniera così brusca e diretta ma il senso della lettera inviata al ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Maurizio Lupi è più o meno questo. La lettera partita ie