La “liturgia” della Repubblica

ROMA Campane a festa, salve di cannone, onori militari: il giuramento del presidente della Repubblica, in calendario per martedì alle 10 nell’Aula di Montecitorio, è una vera e propria liturgia della Repubblica. E questa volta, anche se il cerimoniale è ancora in definizione, subito dopo i

Mattarella: «Servono riforme e lavoro»

Campane a festa, salve di cannone, onori militari: Roma blindata (c’è anche Tsipras nel pomeriggio) per il giuramento del presidente della Repubblica. Una vera e propria “liturgia” repubblicana. Alle 9.30 il presidente della Repubblica viene prelevato dalla sua abitazione (in questo caso l

Mattarella: «Servono riforme e lavoro»

Campane a festa, salve di cannone, onori militari: Roma blindata (c’è anche Tsipras nel pomeriggio) per il giuramento del presidente della Repubblica. Una vera e propria “liturgia” repubblicana. Alle 9.30 il presidente della Repubblica viene prelevato dalla sua abitazione (in questo caso l

La “liturgia” della Repubblica

ROMA Campane a festa, salve di cannone, onori militari: il giuramento del presidente della Repubblica, in calendario per martedì alle 10 nell’Aula di Montecitorio, è una vera e propria liturgia della Repubblica. E questa volta, anche se il cerimoniale è ancora in definizione, subito dopo i

MATTARELLA

di Fiammetta Cupellaro wROMA «Il pensiero va soprattutto e anzitutto alle difficoltà e alle speranze dei nostri concittadini». Con questa frase, pronunciata quasi sussurrando alla presidente della Camera Laura Boldrini nella sala verde della Corte Costituzionale, Sergio Mattarella ha accol

Senza Titolo

Ventidue mesi fa, in un giorno come questo, girava anche il nome di Gianni Letta, in cambio dell’appoggio di Silvio Berlusconi a un governo Pd. Ma Silvio si accontentava anche di Lamberto Dini o di Giuliano Amato. I Cinquestelle, con la base attratta dalla società civile (Milena Gabbanelli

Mattarella: «Sanata una ferita profonda»

di Gianpaolo Sarti wTRIESTE «Per troppo tempo le sofferenze patite dagli italiani giuliano-dalmati con la tragedia delle foibe e dell’esodo hanno costituito una pagina strappata nel libro della nostra storia. Il Parlamento ha contribuito a sanare una ferita profonda nella memoria e nella c

Mattarella: «Sanata una ferita profonda»

di Gianpaolo Sarti wTRIESTE «Per troppo tempo le sofferenze patite dagli italiani giuliano-dalmati con la tragedia delle foibe e dell’esodo hanno costituito una pagina strappata nel libro della nostra storia. Il Parlamento ha contribuito a sanare una ferita profonda nella memoria e nella c

MATTARELLA

di Fiammetta Cupellaro wROMA «Il pensiero va soprattutto e anzitutto alle difficoltà e alle speranze dei nostri concittadini». Con questa frase, pronunciata quasi sussurrando alla presidente della Camera Laura Boldrini nella sala verde della Corte Costituzionale, Sergio Mattarella ha accol

Senza Titolo

Ventidue mesi fa, in un giorno come questo, girava anche il nome di Gianni Letta, in cambio dell’appoggio di Silvio Berlusconi a un governo Pd. Ma Silvio si accontentava anche di Lamberto Dini o di Giuliano Amato. I Cinquestelle, con la base attratta dalla società civile (Milena Gabbanelli