Baby gang fermata a Manduria, la procuratrice per i minori: "Violenza si autoalimentava in chat"

video Parla di "uso distorto del web" la procuratrice per i minori di Taranto, Pina Montanaro, dopo gli otto fermi per la morte del 66enne Antonio Stano a Manduria. "Questi ragazzi usavano il web per esaltare, condividere e diffondere le loro nefandezze", spiega Montanaro. A incastrare i ragazzi fermati, sei dei quali minorenni (14 in totale gli indagati) sono stati proprio i video e gli audio delle tante violenze ai danni dell'uomo. "Violenze che così si autoalimentavano" per la procuratrice di Chiara Spagnoloda collaboratore interno

Anziano picchiato a morte da baby gang a Manduria, il procuratore Capristo: "Nessuno ha denunciato"

video "Chi ha visto, chi ha sentito, non ha avuto la sensibilità di lanciare l'allarme", riflette il procuratore di Taranto Carlo Maria Capristo. E' il giorno degli otto fermi per la morte del 66enne di Manduria, Antonio Stano, picchiato a morte da un gruppo di ragazzini. "Una piaga sociale in crescita esponenziale, quella delle baby gang. Da Taranto a Milano a Roma si registrano episodi di aggressione. E per viittime barboni, immigrati, giovani coppie" di Chiara Spagnolo