Sea Watch, Salvini: "Sicuramente non arriva in Italia, per fesso non mi prendono"

video "La Sea Watch ha dimostrato per l'ennesima volta che lavora al di fuori della legge e mi domando perché qualcuno in Procura non abbia confermato il sequestro e non sia andato avanti con le indagini". Così il ministro dell'Interno Matteo Salvini, all'università Cattolica di Milano per la Giornata mondiale dei donatori di sangue, commenta gli ultimi sviluppi della vicenda legata alla Sea Watch in navigazione con 53 migranti a bordo. L'equipaggio ha annunciato una querela nei confronti del ministro: "Essere denunciato da chi non rispetta la legge mi riempie di emozione e di gioia", commenta Salvini per il quale la Libia rimane un porto sicuro. "La stessa Ong ha chiesto alla Libia l'indicazione di un porto. Da Tripoli hanno risposto. Di sicuro in Italia non vengono". Video di Andrea Lattanzi

Governo, Salvini: "Flat tax entro l'anno. Il voto parla chiaro anche su regole UE"

video "Il voto di tutti i popoli europei è stato un voto chiaro, anche chi ha votato socialista o popolare vuole cambiare le regole dell'austerità che non sono più sostenibili neanche da Merkel o Macron". Così il ministro dell'Interno Matteo Salvini risponde ai cronisti che a Cremona gli chiedevano se, dopo le parole di Conte, avrebbe rivisto la sua posizione sullo sforamento del rapporto deficit/pil nella prossima finanziaria. "La flat tax arriverà entro l'anno, con la prossima finanziaria e - ha specificato Salvini - dopo la legge di bilancio potremo anche ripensare a cambiare il contratto di governo. Ma per ora limitiamoci a quello che c'è già scritto".video di Andrea Lattanzi

Milano, Liliana Segre agli avvocati del foro: "Nell'odio vincono indifferenza e uomini soli al comando"

video "I discorsi d'odio sono come un serpente che si attorciglia sulla vittima prima di colpire". Così Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, all'inaugurazione di una targa dedicata ai 106 avvocati ebrei e milanesi allontanati dalla professione a causa delle leggi razziali. La senatrice a vita spiega agli avvocati del tribunale di Milano che "è molto facile restare di nuovo indifferenti e lasciare che altri decidano. Poi ci si pente, ma è troppo tardi". "Studiare la storia - dice ai cronisti dopo un lungo applauso - è l'unica soluzione per non diventare indifferenti e silenziosi". di Andrea Lattanzi

Cremona, contestatore aggredito durante comizio Salvini. Lui lo irride: "Un applauso all'unico comunista che c'è"

video L'episodio risale al 3 giugno scorso, quando il ministro dell'Interno era impegnato in un comizio a Cremona in vista dei ballottaggi per le amministrative. Il contestatore, durante l'intervento di Salvini, stava esponendo un drappo bianco con la scritta 'Ama il prossimo tuo'. Alcuni presenti non avrebbero gradito l'iniziativa e lo hanno attaccato. Non è dato sapere se Salvini, dalla sua posizione, potesse vedere bene cosa stesse accadendo fra la folla. Quando si è accorto che stava succedendo qualcosa, il ministro dell'Interno ha detto: "Lasciatelo da solo poverino. Un applauso all'unico comunista che c'è perché se non c'è un comunista ai giardinetti, noi non ci divertiamo". La notizia è stata diffusa con un video da una tv locale di Cremona e rilanciata da Pippo Civati sulla sua pagina Facebook. Di Andrea Lattanzi