Whirlpool Napoli, Calenda: "Da Di Maio ancora mezze menzogne, lasci"

video "Oggi finalmente comincia a uscire agalla la verità su Whirlpool", afferma l'eurodeputato Pd Carlo Calenda ed ex ministro dello Sviluppo in un video su Twitter."Di Maio alla radio ha detto: 'Sì sapevo che era in crisi ma non si è mai parlato di chiusura' - prosegue il predecessore dello stesso Di Maio -. È una menzogna anche questa, una mezza menzogna perché Di Maio ha dato l'incarico a Invitalia di verificare una società segnalata da Whirlpool che la sostituisse nel sito di Napoli e di nuovo stiamo parlando di aprile. Bisogna andare fino in fondo questo Ministro mente continuamente. Si deve dimettere". Calenda ha accusato ieri il suo successore al Mise di aver mentito e il Pd ha chiesto che Di Maio riferisco domani al question time in Commissione Lavoro alla Camera.Video: Agenzia Dire

Whirlpool, Calenda: "Di Maio ha mentito, sa della chiusura da aprile e ora fa sceneggiate"

video "Luigi Di Maio ha mentito al Paese e agli operai su Whirlpool. Sapeva della chiusura di Napoli da inizio aprile. Non ha informato i sindacati, i sindacati il 18 aprile hanno chiesto un incontro che è stato posticipato. Ci sono stati tre incontri a Invitalia su chi subentrerà a Whirlpool. Ha aspettato le europee e poi ha fatto una sceneggiata indecorosa su Facebook". Così l'ex ministro dell'Industria Carlo Calenda a 'Speciale L'Aria che tira' su La7. Che replica a muso duro anche sulle dichiarazioni di Di Maio in merito alla possibilità di ritirare incentivi a Whirlpool secondo l'ex ministro mai dati"  Video: La7

Whirlpool, Di Maio: "Pronto a ricredermi su revoca incentivi se resta a Napoli"

video Dopo aver ribadito l'intenzione di revocare gli incentivi distribuiti a Whirlpool a fronte dell'annunciato disimpegno dell'azienda dagli impianti di Napoli, il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio precisa: "Sono pronto a ricredermi se Whirlpool dice non solo che lo stabilimento resta aperto, ma che Whirlpool stessa resta a Napoli". L'intervista durante lo speciale 'L'aria che tira' in onda su La7.Video: La7

Governo, Di Maio: "Ho chiamato Salvini, dobbiamo tornare a lavorare a pieno regime"

video “Io non sono mai stato una persona orgogliosa quindi stamattina, visto l’impasse sullo sblocca cantieri, ho chiamato Salvini e abbiamo trovato un accordo. Nei prossimi giorni dobbiamo tornare a lavorare a regime, per me il governo deve andare avanti altri 4 anni". Parole del vicepremier 5 stelle e ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, in un punto stampa al termine del tavolo con la Whirlpool al Mise pronunciate prima di andare al Quirinale a rassicurare il Capo dello Stato sulle intenzioni del suo partito e sulla tenuta dell'esecutivo.

Emergenza rifiuti a Roma, lo sfogo di Mara Carfagna contro Raggi: "Governo nomini un commissario"

video "Basta a cassonetti stracolmi di rifiuti abbandonati per giorni sotto le nostre case, al dissesto delle strade, all'incuria del verde pubblico e degli alberi che al primo soffio di vento si spezzano abbattendosi al suolo". Così Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia, in un video su Facebook. "Di Maio - denuncia Carfagna - si faccia carico della sua responsabilità politica. Venga quanto prima chiesta la convocazione di un cdm straordinario. Venga nominato per Roma un commissario speciale per la gestione dello smaltimento dei rifiuti. L'incapacità e l'inerzia del sindaco non possono più ricadere sui cittadini". Video: Facebook

Quando Di Maio diceva: "Whirpool non ha rispettato i patti"

video L'11 giugno, quando Whirpool annuncia la chiusura dell'impianto di Napoli, il ministro del Lavoro Luigi Di Maio va in diretta su Facebook per denunciare la scorrettezza della multinazionale americana. Ma secondo il predecessore di Di Maio al Mise, Carlo Calenda, una lettera di Whirpool informava Di Maio della situazione da settimane, e il vicepremier avrebbe tenuto nascosta la comunicazione per non esserne danneggiato prima delle elezioni europee.(video Facebook / Luigi Di Maio)

Ilva, Marescotti a Di Maio: "Associazioni non invitate, nuovo studio certifica aumento dei morti"

video "A differenza dell'altra volta non abbiamo ricevuto alcuna mail di convocazione. Abbiamo scritto per sapere se c'era un incontro con le associazioni e la risposta del gabinetto del ministro è stata che non era previsto nessun momento di incontro con le associazioni. In più, le associazioni che avevano chiesto di esserci e che risultavano invitate non sono riuscite a salire perchè al varco di controllo dinanzi al portone della prefettura, non risultavano in lista". Così Alessandro Marescotti responsabile di Peacelink commenta la visita del vicepremier Di Maio. "Abbiamo fatto uno studio che va dal2010 Fino al 31 dicembre 2018 da cui risulta che nei tre quartieri più vicini all'area industriale, c'è costantemente un eccesso di mortalità e lo abbiamo quantificato: si muore di più anche col 'Governo del cambiamento'" di Gino Martina