Etruria, Vegas cita Boschi, Casini prova a fare il pompiere: ''Ah, venne da lei a Milano? Sarà stata lì per altro''

video Davanti alla commissione d'inchiesta sulle banche, il presidente della Consob Vegas rivela che l'ex ministra e attuale sottosegretaria Boschi gli parlò di Banca Etruria. Un episodio rilevante perché alla Camera Boschi aveva affermato di non essersi mai occupata dell'istituto aretino. A questo punto interviene il presidente della commissione Casini che prova a minimizzare l'episodio: "Per il tema dei nostri lavori questo episodio ha valore nullo, ma visto che interessa tanto immagino che comunque sarà stata un'interlocuzione di carattere generico". Interviene il senatore di Idea Augello che chiede a Vegas il contesto dell'incontro, il presidente Consob ribatte: "Il ministro chiese di vedermi, venne a Milano". di Marco Billeci

Banche, Vegas: ''Boschi mi parlò di Etruria, era preoccupata per l'industria dell'oro di Arezzo''

video Nel corso della sua audizione davanti alla commissione d'inchiesta parlamentare sulle banche, il presidente della Consob Vegas rivela che l'ex ministra e l'attuale sottosegretaria Maria Elena Boschi gli chiese un incontro per parlare di Banca Etruria perché preoccupata che l'istituto potesse essere acquisito da Banca Popolare di Vicenza. Sempre secondo Vegas, in un'altra occasione Boschi gli comunicò la possibilità che il padre diventasse vicepresidente dell'istituto aretino, cosa poi effettivamente avvenuta. Le parole di Vegas sono destinate a riaccendere il caso politico, visto che davanti alla Camera Boschi aveva detto di non essersi mai occupata della questione Etruria.di Marco Billeci

Banche, la surreale audizione di Zonin in commissione: ''Non ricordo, non so, non era compito mio''

video Dopo il crac della Banca Popolare di Vicenza che aveva presieduto per quasi vent'anni, Gianni Zonin era scomparso dalla scena pubblica per mesi. Anche per questo motivo la sua audizione davanti alla commissione parlamentare d'inchiesta sul sistema bancario era particolarmente attesa. Tuttavia, di fronte alle contestazioni dei commissari sulle presunte irregolarità nella gestione della banca che hanno portato l'istituto sull'orlo del fallimento, Zonin ha minimizzato il suo ruolo, ha detto di non ricordare molti degli episodi oggetto delle domande, ha scaricato su altri amministratori le responsabilità. "Era ovvio che un imputato sarebbe venuto a difendersi, bisognava capirlo prima", dice alla fine dell'audizione il presidente della commissione Casini, che si era detto contrario ad ascoltare l'ex patron di Bpvi. A chi gli chiede il perché di tutte le sue amnesie, Zonin risponde: "Sono anziano, smemorato" e addossa le colpe delle difficoltà della Banca di Vicenza alla crisi economica e ai repentini cambiamenti nella legislazione italiana ed europea aggiungendo: "La mia famiglia ha investito cifre considerevoli nella banca e le abbiamo perse, non credo di aver lavorato contro quello che era anche il mio interesse personale" video di Marco Billeci

Caso Boschi, Villarosa (M5S): "Ora ministra si dimetta". Orfini (Pd): "Sono ossessionati, si curino"

video "Un ministro che non è quello delle finanze e che solleva delle preoccupazioni su Etruria a chi si occupa di banche è molto grave. Boschi lo ha sempre nascosto, ora ci aspettiamo che si dimetta". Così il deputato M5S Alesssio Villarosa al termine dell'audizione di Giuseppe Vegas in commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche. Durante l'audizione il presidente della Consob ha rivelato che l'allora ministra Boschi gli chiese un incontro per parlare della possibile acquisizione da parte di Banca Popolare di Vincenza nei confronti di Banca Etruria, istituto di cui il padre della ministra era un alto dirigente. Dal Pd ribatte Matteo Orfini: "La richiesta di dimissioni si basa sul fatto che Boschi abbia mentito in parlamento, ma Boschi disse di non aver mai agito per favorire parenti o amici e questo é confermato dall'audizione di Vegas". Replica Villarosa: "Le pressioni non sono solo dirette, sono anche indirette come in questo caso". Ancora Orfini: "Un ministro ha il dovere di occuparsi di un'azienda del suo territorio che rischia di fallire, ma Boschi non ha fatto nemmeno quello, si è limitata a esprimere una preoccupazione". di Marco Billeci

Etruria, Vegas: "Da Boschi no pressioni". Orfini: "Commissione acquisisca video Boschi in parlamento"

video "Non mi sembra che ci sia niente da stupirsi se un parlamentare, perlopiù ministro, espone una situazione che riguarda la sua constituency elettorale, tantopiù che non ci sono state pressioni". Così nel corso della sua audizione davanti alla commissione banche, il presidente della Consob Giuseppe Vegas ritorna sull'incontro avuto con l'allora ministra Elena Boschi a proposito della fusione tra Banca Popolare di Vicenza e Banca Etruria, di cui il padre della ministra era dirigente. Vegas ricorda che Consob non aveva competenze sulla materia oggetto del colloquio. Sul punto interviene il deputato Pd Matteo Orfini, che attacca il Movimento 5 Stelle e chiede che la commissione acquisisca il video dell'intervento della Boschi davanti alla Camera nel dicembre del 2015, dove la ministra negò di aver esercitato pressioni su Banca Etruria - elemento confermato dunque da Vegas -, mentre non accennò ad incontri con il presidente Consob o altre autorità".di Marco Billeci

Caso Boschi, scontro Vegas-Pd: "Consob senza poteri su Etruria. Crede che Boschi non lo sapesse?

video Dopo che durante la sua audizione davanti alla commissione parlamentare sulle banche, il presidente della Consob Vegas ha rivelato che nell'aprile 2014 l'allora ministra Boschi gli chiese un'incontro su Banca Etruria, il Pd prova a passare al contrattacco. Il deputato dem Franco Vazio chiede a Vegas se ci sono stati altri incontri tra lui e la Boschi e se il presidente Consob abbia mai chiesto che questi avvenissero fuori dalla sede della authority. Vegas parla di altri due incontri al ministero e di una cena a casa sua con altre persone, ma a giudizio di Vazio non chiarisce il punto sollevato dalla domanda. Ne nasce un alterco che dura qualche minuto e coinvolge anche il vicepresidente della commissione Renato Brunetta. Alla fine il parlamentare Pd chiude con un'altra domanda: "Consob non aveva poteri di intervento sul tema dell'aggregazione tra Etruria e Banca Popolare di Vicenza, secondo lei Boschi poteva non conoscere questo fatto?". "Come faccio a sapere le conoscenze di un ministro", ribatte Vegas.di Marco Billeci