politica e giustizia

ROMAI nove computer di Giulio e Francesca Maria Occhionero hanno cominciato a «parlare» raccontando di una presunta attività di spionaggio che sembra avere numeri ben più imponenti di quelli fino ad oggi individuati. Il nuovo fronte di indagine della procura di Roma, che viaggia parallelo con il pro