Blitz fascista a Repubblica e Espresso, ministro Minniti in redazione: "Antifascismo e libertà di stampa pilastri della democrazia"

video La solidarietà del ministro dell'Interno Marco Minniti alle redazioni di Repubblica e dell'Espresso dopo il blitz fascista nel cortile del palazzo dei giornali del gruppo Gedi. "Sono venuto qui da voi perchè trovo incredibile che si 'dichiari guerra' a un giornale per le idee che esprime. In una democrazia non è possibile", ha detto il ministro. "È molto importante che la risposta sia corale e il più possibile unitaria. L'antifascismo e la libertà di stampa sono principi fondamentali della nostra democrazia. Il rischio che bisogna evitare è lo slittamento progressivo, il fare l'abitudine a queste cose. La storia italiana e quella europa è segnata da drammatiche sottovalutazioni", ha aggiunto Minniti che ha concluso: "Siamo su un confine e questo confine non deve essere superato, non può essere superato, non sarà superato"

Migranti, botta e risposta Damilano-Minniti: ''Favoriamo i trafficanti? Situazione in Libia oggi è migliorata''

video Scambio di battute tra il ministro degli Interni Marco Minniti e il direttore de L'Espresso Marco Damilano in merito alle accuse rivolte al governo italiano da diversi media internazionali per la gestione dei migranti. "Bisogna sconfiggere i trafficanti perché altrimenti hanno in mano le chiavi delle nostre democrazie", ha detto Minniti. "Però la critica che le fanno è che lei le chiavi ai trafficanti gliele ha consegnate", ha ribattuto Damilano. "Il patto che l'Europa ha siglato con la Libia permette alle organizzazioni umanitarie di entrare in quel paese per la prima volta - ha replicato il ministro - Il direttore Unhcr ha pubblicamente ringraziato l'Italia per quel patto".di Francesco Giovannetti