Incendio fabbrica chimica a Torino, Camusso: ''Orrore, 10 anni dopo Thyssen la situazione è peggiorata''

video "In dieci anni la situazione è cambiata troppo poco, anzi, è pure peggiorata sul fronte del tasso degli infortuni e della mortalità che continuano a crescere". La segretaria generale della Cgil Susanna Camusso commenta così la notizia dell'incidente alla fabbrica Vaber di Torino nel quale tre operai sono rimasti gravemente ustionati. Invitata all'Accademia della Crusca di Firenze per un convegno, Camusso ha ricordato che l'incidente della Vaber avviene a 10 anni esatti dalla tragedia della Thyssenkrupp: "Ciò che fa davvero orrore è che negli stessi giorni si ripeta nuovamente il fatto che ci siano lavoratori feriti gravemente. Spero davvero che ce la facciano". Camusso ha definito "poco attivo" il ruolo dell'Italia nell'esecuzione delle pene per i dirigenti tedeschi condannati per la vicenda.di Andrea Lattanzi

Firenze, Juan Martin Guevara racconta suo fratello il "Che": "Il merchandising distrugge la sua eredità"

video Cinquant'anni fa veniva fucilato in Bolivia il rivoluzionario Ernesto Guevara. Il più piccolo dei suoi quattro fratelli, Juan Martìn, ha raccolto la sua vita in una biografia familiare che rivela il lato nascosto, e più intimo, del mito del Che. Edito da Giunti, "Il Che, mio fratello", affronta il problema della "santificazione" di Ernesto Guevara e della sua deriva commerciale: "Quando sono tornato in Bolivia dove lo hanno fucilato - racconta Juan Martìn - ho avuto una brutta sensazione. Il merchandising e tutto ciò che è stato costruito attorno alla sua figura non ne onorano memoria ed eredità". Al centro del libro finiscono anche il rapporto col padre e con Fidel Castro, gli sporadici incontri con il fratello quando questi divenne celebre condottiero, gli arresti e le ritorsioni che Juan Martìn subì solo per il fatto di chiamarsi Guevara. Il 6 dicembre al Circolo Vie Nuove di Firenze, alle ore 21 la presentazione del volume.VIDEO DI ANDREA LATTANZI