Mafia, boss in gommone: la riunione nel golfo di Mondello

video Avvenivano anche in mare le riunioni tra i mafiosi arrestati in un blitz tra Palermo e New York. Nelle immagini viene ripreso uno degli incontri a bordo di un gommone nel golfo di Mondello, avvenuto la scorsa estate. Thomas Gambino, figlio del mafioso americano Joseph, discute con Tommaso Inzerillo riguardo alla spartizione dei proventi dell'eventuale vendita di un vasto appezzamento di terreno nella Repubblica Dominicana, formalmente intestato a Frank Calì (capo mafia ucciso in America recentemente) e agli eredi di Villico Benedetto (zio di Tommaso Inzerillo deceduto), di cui Tommaso Inzerillo è in quota nella proprietà in maniera occulta.  Video: Polizia

Dentro la notizia - Foschini e Tito: "Gasdotto Tap, il diktat Usa e la disfatta 5s"

video Nonostante le promesse in campagna elettorale i 5 Stelle non hanno bloccato (a causa delle penali previste) i lavori del gasdotto Trans-Adriatico che porterà il gas da mar Caspio, attraverso Grecia e Albania, fino in Puglia. Però gli americani (che sostengono il progetto in funzione antirussa) temono che vogliano usare questioni procedurali per rallentare o bloccare l'opera ormai quasi finitaLa conversazione integrale tra Giuliano Foschini e Claudio Tito nel podcast disponibile da mercoledì 17 luglio su Audible-Repubblica.Montaggio e musica di Gipo Gurrado

"Sono Yuri, perdo parecchio sangue": le voci dopo l'aggressione al poliziotto a Tor Bella Monaca

video Nell'audio diffuso dalla Questura la registrazione della sala operativa i momenti successivi all'aggressione di Yuri Sannino, il poliziotto del reparto Volanti che lo scorso 28 giugno a Tor Bella Monaca è stato aggredito dal fuggitivo e poi da alcuni residenti, ha ripercorso quei drammatici istanti. Dalla coltellata inferta da Pietro Maruca, poi arrestato, alla corsa in ospedale dove i medici lo hanno salvato.Questura di Roma

Elezione Von der Leyen, Salvini: "Al governo con voti Renzi, Berlusconi e Di Maio. Un minestrone"

video "Ieri in Europa è partita la Commissione con i voti di Renzi, Berlusconi e Di Maio. Non so quanta strada potrà fare un Governo europeo che si impegnava in nome del cambiamento che ha avuto i voti dei democratici e dei socialisti, di Merkel, Macron, dei 5S, di Fi e del Pd: a me sembra un minestrone". Così Matteo Salvini commenta l'elezione di Ursula Von der Leyen a presidente della Commissione Ue, a margine della visita al gattile del Verano. "Un governo M5S-Pd? Chiedano agli italiani se è quello che vogliono. Io sono soddisfatto della coerenza degli eurodeputati della Lega, non rispondo dei cinque stelle che cambiano idea", ha detto il ministro. Video di Camilla Romana Bruno

Moscopoli, Salvini: "Se mi chiedete chi invita a cena chi, onestamente non ve lo so dire"

video "In Parlamento ci vado a rispondere di cose reali. C'è un'inchiesta? Vada avanti l'inchiesta": così il ministro dell'Interno Matteo Salvini a margine della visita al gattile del Verano, parlando del caso dei fondi russi alla Lega. "Chiudano l'inchiesta, siamo assolutamente tranquilli. Anzi se c'è un reato io sarò il più severo con i miei collaboratori", ha aggiunto. E a proposito dei rapporti con Savoini, il vicepremier ha ribadito: "Io non disconosco nessuno, è stata un mio collaboratore ed è una persona corretta che conosco da 25 anni, poi non so chi invita a cena chi". video di Camilla Romana Bruno

Blitz anti-mafia Palermo-New-York, pm De Luca: "Sarebbe un errore gravissimo cambiare legge su intercettazioni"

video "Sarebbe un errore gravissimo modificare una legislazione antimafia che è tra le migliori del mondo, parlo del 41 bis, del 416 bis e delle intercettazioni". È l'appello lanciato dal Procuratore aggiunto di Palermo Salvatore De Luca nell'ambito della conferenza stampa per i 19 arresti di mafia eseguiti tra Palermo e New York. "La nostra legislazione antimafia è la migliore del mondo - dice - e ne ho avuto conferma dopo tre conversazioni avute con il Procuratore di New York. Mi sono reso conto di quali difficoltà e quali problemi debbano affrontare i giudici e pm americani nel trattare la materia mafia che viene trattata come qualunque altra organizzazione. Quindi, sarebbe un errore gravissimo modificare una legislazione che funziona così bene e ci sono dei cardini come il 416 bis e il 41 bis e la normativa sulle intercettazioni".

Bltz anti-mafia Palermo-New York, procuratore Lo Voi: "Dopo morte Riina gli esiliati erano tornati al potere"

video "È stato colpito un territorio particolarmente importante per Cosa nostra quale è Passo di Rigano che comprende le 'famiglie' mafiose di Torretta, Boccadifalco e Uditore. Abbiamo accertato che erano tornati a svolgere le attività criminali coloro che si erano dovuti allontanare dopo l'esilio imposto da Riina". Lo dice il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi commentando il blitz che ha svelato l'asse tra clan siciliani e americani e che oggi ha portato all'arresto di 19 persone."Gli Inzerillo - ha aggiunto riferendosi agli esponenti della 'famiglia' esiliata da Riina e coinvolta nell'inchiesta di oggi - non hanno voluto partecipare alla riunione in cui si è deliberata la ricostituzione della Commissione di Cosa nostra. Al posto loro è andato Giovanni Buscemi, formale capo mandamento di Passo di Rigano. Gli Inzerillo, come emerge dalle intercettazioni, temevano che i nuovi componenti dell'organismo di vertice della mafia non avrebbero retto a eventuali arresti e si sarebbero pentiti". Quanto agli affari illeciti scoperti, Lo Voi ha detto: "il clan svolgeva le sue attività classiche: estorsioni, intestazioni fittizie di beni, le scommesse e i giochi online".Lo Voi ha poi sottolineato l'importanza della collaborazione delle autorità giudiziarie americane che, su rogatoria, stanno eseguendo una serie di perquisizioni negli Stati Uniti.