A Polignano nessuno è straniero: turisti e cittadini nelle case dei rifugiati

video Cinque giorni di porte aperte, con spettacoli teatrali e possibilità di fare le treccine grazie alla sapiente maestria di un gruppo di donne nigeriane. È l'iniziativa speciale 'Il Mare che noi siamo: accoglienza a porte aperte', organizzata per la Giornata internazionale del rifugiato dal Comune di Polignano e dall'Arci di Bari, rispettivamente ente gestore ed ente attuatore dello Sprar. Per la prima volta cinque giorni di aperture straordinarie dei tre gruppi appartamento, che da mesi ospitano le nuove famiglie accolte nel Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, per fare conoscere le attività e abbattere il muro di diffidenza sempre più diffuso quando si parla di migranti e accoglienza. Di Silvia Dipinto