Primarie Pd, Calenda manda due ciambelle fritte a Gentiloni: "Daje Paolo, un po' di zuccheri"

video Due ciambelle fritte e una dedica a penna sulla busta di carta: "Daje Paolo, un po' di zuccheri". E' il dono inviato dall'ex ministro Carlo Calenda, scrutatore per le Primarie Pd in Piazza del Popolo, a Paolo Gentiloni. Calenda, impegnato al gazebo, ha affidato il pacchetto a uno dei fotografi perché lo portasse a via Goito, nei pressi della Stazione Termini, dove l'ex premier ha votato. "Gli fa bene, ci tengo... io scherzavo, gli faccio portare i cornetti perché gli voglio bene", ha detto. Un po' stupita ma divertita la reazione di Gentiloni: "Grande... grazie... ah, ma sta là Carlo? Fa lo scrutatore? Scruta... stupendo. Non le apro perché i politici che `magnano´ non vanno bene...". Gentiloni ha poi affidato i dolci alla moglie che lo accompagnava, "perché è più in forma". ha aggiunto.video di Camilla Romana Bruno

Primarie Pd, Calenda fa lo scrutatore al gazebo: "Questa è vera democrazia, non la piattaforma Rousseau"

video C'é anche Carlo Calenda, come promesso, tra gli scrutatori ai gazebo del Pd in pieno centro a Roma dove dalle 8 alle 20 saranno accolti iscritti al partito e non che vorranno votare per il nuovo segretario. L'ex Ministro per lo Sviluppo Economico ha scelto come cornice Piazza del Popolo: "Non facevo lo scrutatore da quando avevo 15 anni e mi sto divertendo molto. Stiamo andando bene, stiamo macinando", dice Calenda ai cronisti. "Questo è il momento della vera democrazia, non quella della piattaforma Rousseau", afferma, rivolgendosi ai Cinque Stelle. "Qui le persone le guardi in faccia, non c'è una Srl che comanda un partito".video di Camilla Romana Bruno