Congresso famiglie, Meloni dal palco cita il fascismo: ''Difenderemo dio, patria e famiglia''

video In occasione del suo intervento dal palco di Verona per il contestatissimo Congresso mondiale delle famiglie, la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ha scelto di concludere con una citazione del Ventennio fascista. "Siamo qui per dire che non siamo numeri, difenderemo il valore della persona umana. Difenderemo dio, patria e famiglia" ha detto Meloni tra gli applausi dei partecipantidi Antonio Nasso e Cristina Pantaleoni

Verona, Congresso sulla famiglia: "Gli omosessuali vanno curati, l'aborto è un delitto''

video C'è il vescovo di Verona che considera l'aborto un "delitto", la suora che si ispira al modello di società russa, le volontarie che pregano per convertire gli omosessuali, addirittura chi arriva con una statua della Madonna sottobraccio. I partecipanti al contestatissimo Congresso mondiale sulla famiglia, ospitato nella città di Romeo e Giulietta, hanno le idee chiare sui valori da difendere: "I gay vanno curati, se non si convertono c'è l'inferno per loro", spiegano. Con una coda polemica persino sulla legge sul divorzio: "E' un abominio" di Antonio Nasso e Cristina Pantaleoni

Il congresso di Verona e quel lato estremo della famiglia

video Feti di gomma regalati come gadget, favole anti gender preghiere per la guarigione dei gay e motti fascisti riesumati in difesa della famiglia tradizionale. Nel corso della tre giorni di Verona, dentro e fuori al Congresso mondiale delle Famiglie, gli eccessi non sono mancati. Al punto che spesso è toccato agli stessi organizzatori dover allontanare fisicamente i tradizionalisti più estremi, o dissociarsi dalle loro idee. Dalla petizione di Forza Nuova per un referendum contro l'aborto , dalle polemiche sul divorzio al Padre nostro recitato sul palco. Per finire con banchetti di libri dai titoli come "Sposalo e sii sottomessa" e con slogan come "meglio leghisti che antifascisti".Di Antonio Nasso e Cristina Pantaleoni

Balli, fumogeni e cori contro Salvini, il corteo arcobaleno invade Verona

video Prima un flash mob sul ponte di Castelvecchio sulle note di Jovanotti, poi tutti alla stazione di Porta Nuova per dare inizio alla grande manifestazione arcobaleno contro il Congresso Mondiale della Famiglia. Più di 20mila hanno sfilato per le vie della città scaligera fino a lambire piazza Brà dove si svolge il congresso. Bloccate dalla polizia le attiviste di Non una di meno hanno acceso fumogeni e inneggiato cori contro il vicepremier Matteo Salvini. di Antonio Nasso e Cristina Pantaleoni

Congresso famiglie Verona, Zaia: "Unica patologia è l'omofobia, non l'omosessualità"

video "A me danno fastidio tutti i fondamentalismi: sia i Gay Pride, sia chi sostiene che per tutelare la famiglia bisogna essere in odore di santità": così il governatore del Veneto, Luca Zaia, arrivando al Congresso delle famiglie di Verona. "L'omofobia è una patologia punto e basta. Sono malati coloro che sono omofobi" ha aggiunto Zaia. di Antonio Nasso e Cristina Pantaleoni

Congresso famiglie Verona, la senatrice 5S disobbedisce e sale sul palco: ''Sono per la vita e contro l'aborto''

video A sorpresa, anche la senatrice M5s Tiziana Drago è intervenuta sul palco del Congresso mondiale delle famiglie a Verona, nonostante i vertici del suo partito avessero bollato l'evento come "Medioevo". "Sono per la vita e ho quattro figli", ha detto Drago alla platea. E dopo l'intervento, ai cronisti che la inseguivano chiedendole se avesse paura di essere espulsa, ha aggiunto: "Io sono contro l'aborto, il Movimento conosceva già la mia storia" di Antonio Nasso e Cristina Pantaleoni

Congresso famiglie Verona: "Gli omosessuali vanno curati, sennò per loro c'è l'Inferno''

video C'è il vescovo di Verona che considera l'aborto un "delitto", la suora che si ispira al modello di società russa, le volontarie che pregano per convertire gli omosessuali, addirittura chi arriva con una statua della Madonna sottobraccio. I partecipanti al contestatissimo Congresso mondiale delle famiglie, ospitato nella città di Romeo e Giulietta, hanno le idee chiare sui valori da difendere: "I gay vanno curati, se non si convertono c'è l'inferno per loro", spiegano. Con una coda polemica persino sulla legge sul divorzio: "È un abominio" di Antonio Nasso e Cristina Pantaleoni

Gay, aborto e unioni civili: Verona divisa alla vigilia del Congresso sulla famiglia

video Alla vigilia del Congresso internazionale della Famiglia a Verona, la città si divide sui temi dei diritti civili, delle coppie omosessuali e della famiglia. "Cos'è la famiglia? Quella composta da uomo e donna", risponde Maria abbracciando suo marito. "E' dove c'è amore, non importa il sesso", controbatte Gianni. Neanche battaglie storiche come quella sull'aborto riescono a mettere d'accordo gli intervistati. C'è chi preferirebbe dare in adozione un bambino piuttosto che consentire a una donna di abortire e chi afferma: "Questa decisione non spetta né a politici né a preti". Video di Antonio Nasso e Cristina Pantaleoni