Napoli, le notti in fabbrica degli operai per non perdere "mamma Whirlpool"

video Napoli. Sono una trentina gli operai avvolti in felpe con cappuccio a presidiare la fabbrica che chiamano "mamma Whirlpool", messa in vendita dalla multinazionale americana nonostante un accordo siglato a ottobre che prevedeva 17 milioni per il rilancio della produzione di lavatrici ad alta gamma. Oggi saranno a Roma in occasione della riunione urgente convocata al Mise dal ministro Luigi Di Maio. Sulla vetrata dell’impianto sono affissi i nomi di chi partirà per la capitale sugli otto autobus noleggiati. La Whirlpool si candida a diventare la madre di tutte le battaglie in nome del lavoro. "Non date altre braccia alla camorra" si legge su un cartello affisso ali cancelli. Gli operai sono seduti in circolo e parlano della fabbrica. Giovanni, una vita passata ad assemblare lavatrici. La notte trascorre insonne ad aspettare il giorno sulle sedie. Il Comune guidato da Luigi de Magistris sostiene la protesta e ieri ha inviato delle brandine. Con le "tute blu" ci sono mogli e figlie: "Questa fabbrica per noi è tutto". di Antonio Di Costanzo

Province, Salvini: "Cinque Stelle si mettano d'accordo con loro stessi"

video "Se Luigi Di Maio mi spiega chi sistema le scuole e le strade andiamo d'amore e d'accordo. Poi i Cinque Stelle si mettano d'accordo con loro stessi, perché altri viceministri del movimento stanno lavorando per dare forza alle province". Il ministro dell'Interno Matteo Salvini, a Paderno Dugnano (Milano) per un appuntamento elettorale, parla così del dibattito interno alla maggioranza di governo sulla situazione delle province in Italia. Quella sulle province, secondo Salvini, "è un'ennesima situazione in cui i 5 Stelle devono decidere tra sì no e forse". di Andrea Lattanzi

Migranti, Aboubakar chiama i lavoratori sfruttati a Roma il 2 giugno: "Governo inadeguato"

video "Quando le condizioni dei lavoratori di oggi tornano ad assomigliare a quelle di 100 anni fa in termini di sfruttamento, vulnerabilità lavorativa e sociale vuol dire che la democrazia è malata". A dirlo è il sindacalista italo-ivoriano Aboubakar Soumahoro, che in un video pubblicato su Twitter attacca "i ministri del Lavoro e delle Politiche Agricole" Luigi Di Maio (M5s) e Gian Marco Centinaio (Lega) senza nominarli: "Non stanno assumendo iniziative adeguate: c'è bisogno di un agire sindacale capace di stare con i piedi nel fango insieme a lavoratori di qualsiasi provenienza".  Video: Twitter/Aboubakar Soumahoro

Tav, Salvini: "Se Ue paga il 55% opera va fatta. Toninelli? Sbloccatore di opere senza pari"

video "Mi auguro che oggi arrivino milioni di sì per Luigi Di Maio sulla piattaforma Rousseau e poi arrivino tanti altri sì alle nostre proposte per mandare avanti il Paese". Ha accettato le dimissioni del sottosegretario ai Trasporti Edoardo Rixi il vicepremier della Lega Matteo Salvini, rispettando il contratto, ma ora lancia la palla al Movimento Cinque Stelle. "Flat Tax, sospensione del codice degli appalti per due anni e Tav vanno fatte", parla chiaro il leghista, sperando che dall'alleato di governo non ci sia opposizione. "Sono ottimista per natura", conclude Salvini.video di Camilla Romana Bruno

Parlamento Ue, i Verdi chiudono la porta ai 5 Stelle: "No a chi governa con estrema destra"

video Oltre al pessimo risultato in Italia, con il voto delle elezioni europee Luigi Di Maio ha dovuto incassare anche il fallimento del progetto di creare un gruppo autonomo nel parlamento Ue, visto che tra gli alleati continentali dei 5 Stelle solo i croati hanno ottenuto un seggio (per formare un gruppo servono partiti di sette Paesi). Nelle ore successive al voto, dunque, è rispuntata l'ipotesi di bussare alla porta dei Verdi Europei, una delle formazioni uscite vincitrici dalle urne. Il capogruppo del partito ecologista a Bruxelles Philippe Lamberts chiude però nettamente all'ipotesi di un'alleanza con il M5S. Intanto i Verdi si preparano alle trattative per un possibile ingresso nella maggioranza europeista che dovrebbe formarsi nel prossimo parlamento. Lamberts tuttavia avverte i possibili partner - Popolari, Socialisti e Liberali - dicendo: "Se ci vogliono a bordo, ci sarà un prezzo da pagare in termini di cambiamento delle politiche".di Marco Billeci

Mercatone uno, i lavoratori davanti al Mise: "Licenziati con un post su Facebook, ci dicevano di stare tranquilli"

video "Abbiamo appreso la notizia con un post su Facebook. Ci tenevano buoni dicendoci che stavano salvando la situazione e invece... Noi non vogliamo ammortizzatori, vogliamo lavorare". Così alcuni lavoratori di Mercatone Uno, riuniti in un presidio di fronte al Mise in attesa del tavolo di confronto tra i sindacati ed il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, anticipato ad oggi dopo l'annuncio del fallimento dello store arrivato lo scorso 25 maggio."Sono scappati con gli acconti dei clienti e dei fornitori che noi seguivamo da tanti anni e si fidavano di noi. Noi ci abbiamo messo la faccia e siamo qui a protestare anche per i nostri clienti'', continuano le lavoratrici. ''Adesso vedremo se il governo sarà in grado di mantenere la posizione presa nel precedente incontro e cioè che avrebbe fatto di tutto per garantire la tenuta occupazionale per questi lavoratori", afferma Giuseppe Zimmari segretario regionale della UILTucs, poco prima dell'incontro al Mise con Luigi Di Maio. Di Livia Crisafi

"La dittatura del selfie", la polizia rimuove subito il murale su Salvini

video Non ha resistito neppure 12 ore “La dittatura del selfie”. Il murale realizzato nella notte tra giovedì e venerdì in via dei Polacchi, a Roma, dall’artista palermitano Salvatore Benintende, nome d’ arte “Tvboy”, è stato cancellato venerdì mattina dalla polizia intervenuta d’urgenza tra la meraviglia di alcuni passanti che hanno provato a chiedere spiegazioni sulla rimozione. L’opera, realizzata con una tecnica mista su una parete a poca distanza da piazza Venezia, ritraeva il ministro dell’Interno Matteo Salvini affacciato al balcone con il gatto Tobia mentre si scatta un selfie con il telefono. Il secondo lavoro dell’artista siciliano è durato ancora meno del precedente. Ormai un anno fa, a poche ore dall’insediamento delle camere, “Tvboy” aveva ironizzato sull’alleanza di governo disegnando su un muro del centro storico il bacio tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Con Giorgia Meloni che stringe tra le braccia un bambino nero.  Anche in quel caso l’espressione del diritto di satira fu negato: il murale fu cancellato con grande solerzia delle autorità.A cura di Luca MonacoVideo: YouTube/Tvboy

Gli operai di Castellammare di Stabia protagonisti al varo del "Trieste"

video Gli operai dei Cantieri di Castellammare di Stabia si sono resi protagonisti alla cerimonia del varo della portaelicotteri della Marina Militare "Trieste", costruita nello stabilimento del Gruppo Fincantieri. Allo Slogan di "lavoro, lavoro" l'arrivo dell'ad di Fincantieri, Giuseppe Bono, uno striscione con la scritta "1783", la data di fondazione dei Cantieri Stabiesi, primi nel Mediterraneo, ad opera di Ferdinando IV di Borbone, una maglia della Juve Stabia regalata al vicepremier Luigi Di Maio, applaudito all'annuncio dei fondi in arrivo per lo stabilimento. A loro ha rivolto un ringraziamento l' Ordinario Militare mons. Santo Marcianò, che ha benedetto la nave, per la grande croce dipinta sulla prua composta con le immagini di San Catello, San Ciro, San Giovanni Paolo II e della Madonna, in ossequio alle devozioni locali". Durante la pausa di circa 20' prevista per gli allestimenti tecnici che precedono lo scivolamento in mare della nave un operaio, spazientito per l'attesa, ha gridato: "'A vullimmo rompere 'sta buttiglia, o no?" Video: Fincantieri