Moscopoli, Conte: "Savoini a Mosca nel luglio 2018 nella delegazione di Salvini"

video "Salvini è stato presente a Mosca anche il 15 luglio 2018 per la finale del mondiale di calcio e il 16 luglio 2018 per l'incontro con le controparti russe. In quella occasione fu notificata alle controparti russe dalla nostra ambasciata la composizione della delegazione italiana su indicazione del protocollo del ministero dell'Interno: la delegazione ufficiale comprendeva anche il nominativo del signor Savoini". Lo dice il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nell'informativa al Senato sul caso Moscopoli. Di Cristina Pantaleoni

Caos Treni, a Roma Termini la lunga attesa di pendolari e turisti

video Ritardi infiniti e cancellazioni hanno agitato la mattinata di pendolari e turisti che hanno affollato la stazione Termini di Roma. Il caos dei treni è dovuto causa a un incendio doloso alla cabina elettrica della stazione di Firenze Rovezzano. “Hanno mandato un messaggio per avvertirci della cancellazione del treno ma comunque dobbiamo fare la fila per il rimborso” racconta una signora sventolando il cellulare con l’sms ricevuto. “Il nostro treno ha un ritardo di 180 minuti, dovevamo partire per le vacanze e invece contempliamo il tabellone” di Cristina Pantaleoni

Consultazioni Conte, Berlusconi: "La Lega ha consegnato il Paese alla sinistra. Da Forza Italia opposizione composta"

video "Faremo una opposizione ferma, coerente, senza sconti ma composta. La condurremo innanzitutto in Parlamento ma saremo pronti a mobilitarci se aumenteranno l'oppressione giudiziaria o la pressione fiscale mettendo le mani nelle tasche degli italiani”. Così Silvio Berlusconi al termine delle consultazioni del premier Conte a Montecitorio. "Il fatto che la Lega abbia proposto di resuscitare l'esperienza gialloverde rappresenta per noi un problema politico molto serio, su cui tutti gli elettori di centrodestra devono riflettere seriamente”. Di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno

Consultazioni Conte, Zingaretti: ”Priorità al taglio delle tasse e alla revisione del Decreto sicurezza”

video “C’è stato un incontro con il presidente Conte che, purtroppo, si è svolto nel giorno in cui l'Istat conferma i dati negativi sull'economia e che confermano necessita' di dare una svolta e aprire una nuova stagione politica per il nostro Paese". Così il segretario nazionale del Pd Nicola Zingaretti al termine dell'incontro con il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte. "Questa fase si è aperta con segnali positivi dai mercati", ha aggiunto, "e noi abbiamo convenuto, avanzato proposte per investimenti in infrastrutture green, industria 4.0, rilancio del tema della scuola e della formazione, formule per la formazione gratuita per i figli dall'asilo nido fino all'università contro i tassi di dispersione scolastica. C'è poi il tema della sanità pubblica, riaprire una discussione sulla qualità e sull'universalità delle cure. Abbiamo posto il tema di riaprire una stagione di vere politiche per la sicurezza urbana. Chiudere il contratto con le forze dell'ordine investire nei presidi dei quartieri, cultura, aggregazione e sport. E abbiano proposto al presidente che si proceda a recepire le indicazioni che vengono dal Capo dello Stato sui decreti sicurezza", ha concluso. di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno

Atreju, l'accoglienza al premier Conte tra contestazioni e grida: "Elezioni"

video C’è stato bisogno della raccomandazione del senatore di Fratelli D’Italia Ignazio La Russa, che ha invitato tutti al "religioso silenzio", per evitare al premier Giuseppe Conte contestazioni da parte del pubblico di Atreju. Qualcuna, alla fine, c’è stata, soprattutto quando il Presidente del Consiglio ha affrontato il tema dei migranti e ha raccontato l’incontro avuto con Emmanuel Macron pochi giorni fa. Solo a intervento concluso la platea si è sciolta all’urlo di "elezioni, elezioni".di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno

Governo, Calenda: "Zingaretti ha fatto quello che voleva il Pd. Salvini? Un bullo di cartapesta"

video Scusi Calenda che ci fa a Montecitorio? Voleva vedere l’ingresso di Conte?” Assaltato dai giornalisti fuori da Montecitorio il giorno dopo le sue dimissioni dal Pd, Carlo Calenda ha risposto: "Vado a tagliarmi i capelli, ho comprato anche lo shampo”. Un simpatico siparietto dopo che ha ribadito il suo dolore per la scelta di lasciare il partito. "Nel Pd è stata decisiva l'idea di non poter vincere. Nel caso di Zingaretti c'è una forte attenuante: è il segretario di un partito che voleva andare in quella direzione e ha scelto di tenerlo unito. Ora andrò in giro a spiegare agli elettori i motivi della mia scelta. Penso che Salvini sia un bullo di cartapesta che si batte alle elezioni. C’è bisogno di costruire un'alternativa a M5s e alla Lega, non col M5s". Cosi' Carlo Calenda, interpellato dai giornalisti sulle sue dimissioni dal Pd. Di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno

La rivincita della pizza romana: "Nella Capitale una diversa per ogni ora"

video La pizza romana riscopre il suo orgoglio dopo essere stata considerata per anni la sorella minore della "napoletana". In occasione del Pizza Romana Day, due chef della tradizione romana, Giancarlo Casa (La Gatta Mangiona) e Flavio De Maio (Flavio al Velavevodetto) si sono incontrati per dare vita ad una serata all’insegna dell’impasto "fine, scrocchiarello e h24". "Dalla classica prosciutto e fichi a colazione alla cosiddetta ruota di Pasolini a cena, la pizza romana va bene sempre - ci racconta Giancarlo, il padrone di casa -. La pizza napoletana è sempre quella, la romana puoi portarla farcita a scuola o in ufficio, mangiarla a merenda e a cena. La preferita? "La classica marinara", confessa Flavio, patron dello storico locale di Testaccio. Di Cristina Pantaleoni