Roma, casa a famiglia rom. La volontaria a Casapound: "Vergognatevi, rispettate la Costituzione"

video La rabbia di questa giornata è tutta nelle parole di Patrizia, mediatrice di Opera Nomadi che sta seguendo la famiglia rom assegnataria dell’alloggio popolare a Casal Bruciato. Dal balcone dell'appartamento riprende chi a piano terra ha cercato di impedire l'entrate della madre con la bambina a urla, insulti e spintoni. "Uno spettacolo preparato - dice Patrizia, avete violato la Costituzione italiana e vi chiamate italiani. Voi non siete italiani, siete una vergogna".Video di Cristina Pantaleoni

Roma, casa a famiglia rom: madre e figli entrano a Casal Bruciato scortati dalla polizia tra urla e spintoni

video Una madre, una bimba e il fratello più grande della famiglia nomade assegnataria di una casa popolare a Casal Bruciato, periferia est di Roma, sono entrati nell'appartamento scortati dalle forze dell'ordine dall'ingresso laterale di via Satta. Sul portone decine di residenti e manifestanti di Casapound che gridavano: "Fuori, vovete andare via". La polizia in tenuta antisommossa ha chiuso gli accessi al palazzo e non ha consentito di entrare neanche agli abitanti tra le proteste dei residenti. di Cristina Pantaleoni

Mondiali di calcio femminili, Itallia-Giamaica 5-0: il tifo alla Casa delle donne tra urla e scaramanzia

video Bandiere tricolore e trombette alla mano, in tante si sono date appuntamento alla Casa internazionale delle Donne di Roma per fare il tifo per le azzurre di Milena Bertolini, in corsa ai mondiali di Francia per la qualificazione agli ottavi di finale del Mondiale di calcio femminile. “Io giocavo a pallone 50 anni fa, sono stata una pioniera di questo sport e vedere ora quanta strada ha fatto non può che commuovermi” racconta Barbara dopo essersi guadagnata la prima fila della sala Tosi nello storico edificio di Trastevere. “Io rimango qui sulla porta per scaramanzia - spiega Anna -, ho visto il primo gol da qui e non intendo più muovermi”. Servizio di Cristina Pantaleoni

Rifiuti a Roma, blitz di Di Maio al vertice. Costa: "Solo un caffè tra napoletani". Ma il vicepremier lo smentisce

video Il vicepremier Luigi Di Maio si è presentato a sorpresa, alle 9 e 20 al Ministero dell’Ambiente, poco prima del vertice sui rifiuti - convocato alle 9:30 - tra il ministro Costa, il governatore del Lazi,o Nicola Zingaretti, e la sindaca di Roma, Virginia Raggi. Di Maio lascia il palazzo di via Cristoforo Colombo dopo appena 20 minuti. Alle domande dei cronisti Costa smentisce un’interferenza del leader pentastellato nella riunione: “Non ha partecipato, è passato da me perché abbiamo firmato il decreto fonti energie rinnovabili, una firma congiunta ed è venuto qua perché c'era una firma congiunta. Sapeva certamente che c'era la sindaca Raggi ma non abbiamo parlato di rifiuti: ci siamo presi un caffè tra due napoletani”.Dopo appena mezz’ora dalle dichiarazioni del ministro è però Luigi Di Maio a pubblicare sul suo profilo facebook una foto che lo ritrae seduto con Costa e Raggi con la scritta: “Questa mattina con Sergio Costa e Virginia Raggi. Per Roma, per i romani e per tutti gli operatori Ama che in questi giorni con il caldo, l’afa e tutte le difficoltà del caso stanno ripulendo la città!”.di Cristina Pantaleoni

Concerto Primo maggio, i ragazzi: "Speriamo in un lavoro e nel futuro, non vogliamo lasciare l'Italia"

video Tanta speranza e fiducia nel futuro. È questo che gridano a gran voce i ragazzi sdraiati sul pratone di San Giovanni per il concerto del Primo maggio. “Io studio e lavoro - racconta Tommaso, 33enne di Roma - spero un giorno di trovare il mio posto. Non bisogna arrendersi anche se tutto sembra andare a rotoli.” A fargli eco Giulia, 23enne di Macerata: “ Il mondo del lavoro è sempre più complesso e studiare diventa sempre più importante. Non bisogna andar via dall’Italia ma solo impegnarsi di più”. C'è chi ancora crede nel posto fisso e chi assicura: "Non esiste più". E in tanti non vogliono lasciare l'Italia per lavorare. di Cristina Pantaleoni

RepIdee 2019, Prodi: "La situazione economica è fuori controllo"

video "Si avvicina la legge di bilancio che è la sintesi di tutto, arriviamo a quella curva senza fiato e senza benzina nel motore, la situazione economica è al di là di ogni immaginazione, perché il debito cresce sempre di più, siamo in una situazione fuori controllo sul debito e le decisioni prese ci fanno spendere ancora di più". Così Romano Prodi, parlando in piazza Maggiore a Bologna per Repubblica delle Idee, intervistato dal direttore de L'Espresso Marco Damilano. di Cristina Pantaleoni

RepIdee 2019, Zingaretti sul caso Csm: "Lotti mi ha assicurato che non ha commesso irregolarità"

video “Luca (Lotti, ndr) mi ha assicurato che non ha commesso alcun atto di illegalità, Aspettiamo che esca la verità. I giudici indaghino, da noi avranno solo supporto e sostegno". Così a Bologna il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, riferendosi alla vicenda del Csm. Intervistato da Claudio Tito a Bologna per 'Repubblica delle Idee’, il leader dei dem ha pure sostenuto l’idea di una riforma del Consiglio superiore della magistratura: "Il presidente Mattarella ha dato un indirizzo importante. E credo che sosterremo l'idea di una riforma del Csm". di Cristina Pantaleoni

RepIdee 2019, Zingaretti sul caso Csm: "Lotti mi ha assicurato che non ha commesso irregolarità"

video “Luca (Lotti, ndr) mi ha assicurato che non ha commesso alcun atto di illegalità, Aspettiamo che esca la verità. I giudici indaghino, da noi avranno solo supporto e sostegno". Così a Bologna il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, riferendosi alla vicenda del Csm. Intervistato da Claudio Tito a Bologna per 'Repubblica delle Idee’, il leader dei dem ha pure sostenuto l’idea di una riforma del Consiglio superiore della magistratura: "Il presidente Mattarella ha dato un indirizzo importante. E credo che sosterremo l'idea di una riforma del Csm". Di Cristina Pantaleoni