Un mandato finito senza Pd

article Giuseppe Casson ha governato dal 2011 al 2016. È stato eletto con un’alleanza Pd-Udc, ma a metà mandato ha sganciato il Pd, aprendo le porte della giunta a assessori tecnici. A giugno 2016 ha perso al ballottaggio contro Alessandro Ferro (M5S).

Elezioni, Verdi europei a Di Maio: ''Mai insieme a chi si allea con l'estrema destra''

video Parte ufficialmente oggi la campagna elettorale per le elezioni Europee dei Verdi, "una proposta ecologista e civica", come la definisce Monica Frassoni, co-presidente dei Verdi Europei, in conferenza stampa a Roma. Non lasciano dubbi le parole dell'altro co-presidente, Philippe Lamberts, circa una possibile alleanza con il M5S: "Non ci presenteremo mai alle elezioni con chi va a braccetto con un partito di estrema destra come la Lega". Troppe le giravolte dei grilli sui temi ambientalisti, come Tap e Ilva. "I cinque stelle non hanno un progetto a lungo termine quando si parla di ambiente, si affidano all'improvvisazione. Così mai potranno mantenere le promesse fatte", afferma il sindaco di Parma Federico Pizzarotti. di Camilla Romana Bruno

Sea Watch, Buffagni (M5S): "In casi di emergenza valutare soluzioni di emergenza"

video La vicenda dei 49 migranti fermi sulla Sea Watch per 20 giorni ha scosso il governo pentastellato. E se da una parte il vice premier Luigi Di Maio si riserva di incontrare, in un vertice notturno, Matteo Salvini il sottosegretario Stefano Buffagni lasciando Palazzo Chigi afferma: "In casi di emergenza si possono valutare soluzioni di emergenza". Video di Marco Billeci e Cristina Pantaleoni

Di Battista e le giravolte del M5S: tutte le promesse non mantenute

video Chiamatele giravolte, o dichiarazioni sfortunate, meglio ancora promesse tradite. Perché così suonano oggi tutti quegli annunci che Alessandro Di Battista, durante l'ultima campagna elettorale, gridava nelle piazze o postava in video indirizzati al Movimento. Dallo stop agli aiuti statali alle banche alla chiusura dell'Ilva, dal rifiuto di allearsi con la Lega al blocco del progetto Tap, ecco tutto quello che Dibba ha promesso ai suoi elettori. E puntualmente non si è avverato. di Valeria Teodonio e Fabio Tonaccimontaggio di Leonardo Sorregotti

M5S, De Falco: "La mia espulsione? Mancanza di cultura democratica, decisione contro la Costituzione"

video Il Movimento Cinque Stelle ha espulso i parlamentari Gregorio De Falco, Saverio De Bonis, e gli europarlamentari Giulia Moi e Marco Valli. La decisione dei probiviri è arrivata "a fronte di comportamenti contrari alle norme dello Statuto e del Codice Etico, accettato e condiviso da eletti ed iscritti". "E' uin provvedimento molto duro, che dimostra una mancanza di cultura democratica: è una sanzione per l'espressione di una opinione, per la mia dichiarazione di voto in dissenso rispetto al gruppo sul decreto sicurezza e sulla manovra. Nessun parlamentare può essere perseguito per opinioni espresse nell'ambito dell'adempimento delle sue funzioni parlamentari, lo dice la Costituzione. Non riusciamo a concepire la libertà di chi rappresenta i cittadini, come possiamo tutelare la libertà dei cittadini stessi?", commenta l'ex ufficiale di Marina. intervista di Alberto Custodero